CALCIO: Il presidente Tosto ai suoi ragazzi “scendere in campo determinati”.

Quindici vittorie conseguite, tra cui otto esterne e sette interne, primato solitario in classifica generale con 49 punti, con tre di vantaggio sull’Olympic Acri e sei sulla compagine del Marina Schiavonea, ma con una partita interna da recuperare con il Cassano, rispetto alle due contendenti per la vittoria finale del campionato; e domenica 8 marzo una gara interna non proprio impossibile con il Cerzeto, ottava forza del campionato e reduce del prestigioso interno con il blasonato collettivo del M. Schiavonea. “Adesso non facciamo voli pindarici”, sostiene il tecnico Vincenzo Filareti per la vittoria esterna conseguita sul campo del Krosia. “Quello che mi piace di più di questa squadra è il carattere, afferma il presidente del Cariati Calcio, Sabatino Tosto; carattere che i nostri ragazzi azzurri hanno evidenziato per l’intero girone di andata e che stanno ribadendo nel primo scorcio del girone di ritorno. Uno dei simboli del carattere del Cariati è Raffaele Apicella nonostante la sua non più giovane età; è entrato nello scacchiere azzurro in punta di piedi e nell’attacco del Cariati né è diventato, grazie anche alle sue 22 reti siglate, con le quali guida, con ampio margine, la classifica dei cannonieri, unitamente a Giuseppe Brillante e a Daniele Torchia, il valore aggiunto. In effetti il carattere, puntualizza il quarantenne centravanti azzurro, è l’aspetto più evidente di questa squadra che sta crescendo di partita in partita. Siamo consapevoli delle difficoltà che dovremo ancora affrontare ma anche della nostra reale forza di gruppo”. I luoghi comuni imporrebbero di evidenziare il cinismo del Cariati e la sua praticità. Il tecnico Filareti sta insistendo anche sullo spirito battagliero della squadra, che deve essere in grado di adeguarsi alla categoria. Quello di Krosia, ad esempio non era un campo a cui poter esprimere i valori tecnici. E poi contro la capolista Cariati gli avversari, in particolare quelli tecnicamente meno dotati, cercano innanzi tutto di chiudere gli spazi. Vincere non è mai semplice contro chiunque, sottolinea il patron del Cariati, Sabatino Tosto, che conclude “Da domenica 8 marzo il collettivo del Cariati dovrà scendere sul terreno di gioco con determinazione e voglia di vincere in quanto tutto l’ambiente vuole chiudere nel modo migliore il campionato in corso, cioè con il salto nel campionato di promozione calabra. L’intero organico, intanto, ha nel pomeriggio di venerdì svolto il consueto lavoro tecnico-tattico di fine preparazione. Filareti ha mischiato le carte facendo ruotare l’intera rosa”. Le scelte del tecnico cariatese dovrebbero, in grosso modo, ricalcare quelle già viste nella recente trasferta di Krosia; certi i rientri del goleador Apicella e del centrocampista Ferrentino, assenti con il Krosia a causa di un turno di squalifica. Il biglietto di visita del Cerzeto viene certificato dal successo conseguito domenica scorsa sul proprio campo sulla terza forza del campionato, Il Marina Schiavonea. La compagine del tecnico del Cerzeto, Barone, occupa ad oggi l’ottava posizione in classifica, ha conseguito 31 punti, frutto di otto vittorie, sette pareggi nonché sette sconfitte. Un buon complesso, ben impostato dal suo allenatore e che oggi mira a conseguire il diritto a partecipare ai play off. Uno scorbutico avversario che il Cariati farebbe bene a non sottovalutare. Molti sportivi si stanno chiedendo: Si giocherà? visto che le condizioni del terreno di gioco sono davvero disastrose a causa dell’abbondante pioggia che in questi giorni si sta rversando sulla cittadina. Sarebbe ora che gli Amministratori si decidessero, una buona volta, a potenziare il terreno di gioco. Non è possibile mortificare ancora una cittadina che ha dato nomi illustri al calcio nazionale !

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta