I ponti che inquietano la prossima stagione estiva

Paradossalmente, adesso, sono ben due i ponti che inquietano la prossima stagione estiva di Cariati. Il primo, lungo la statale 106, interessa da alcuni mesi il centro cittadino. Mi riferisco al ponte della Molinella per il quale sembra, che nulla di positivo, riguardo a un intervento di consolidamento, si intraveda in futuro. Cosa si farà nel periodo dei mesi caldi, per arginare il maggior traffico automobilistico, non si sa! Anche perché di possibili soluzioni di viabilità alternativa, ammetto la mia ignoranza, non ne vedo. Forse solo un miracolo potrà aiutarci. Tra capo e collo, lunedì scorso, cede una campata del viadotto Italia dell’autostrada A 3 nel tratto tra Lagonegro e Sibari. Muore un operaio di origini rumene e la Procura di Castrovillari per ovvie ragioni di sicurezza chiude il tratto autostradale. Al momento, nessuno si esprime sui tempi di riapertura. I due episodi mi inquietano. Altrettanto la situazione inquieta tanti altri potenziali turisti che abitualmente frequentano Cariati. Una combinazione di “fatti” che nessuno mai si sarebbe aspettato. Pertanto, prende un forte senso di smarrimento. Confido su una pronta risoluzione di entrambe le problematiche. Unica “strada percorribile”, altrimenti la bella Cariati rischierebbe di restare deserta. A qualcuno farà piacere l’eventuale isolamento? Nicola Campoli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta