ENOGASTRONOMIA, SUL TERRITORIO SI MANGIA MALE

CARIATI (Cs), Lunedì 19 AGOSTO 2013 – Nei ristoranti del territorio si mangia male; soprattutto quando la richiesta dei consumatori riguarda piatti a base di pesce. Mancano le trattorie e nei menu dei nostri ristoranti capita piuttosto di trovare prodotti e ricette lontane dalla nostra tradizione culinaria. Non si è entrati ancora nell’ottica: non ci si deve vergognare di cucinare e presentare i piatti della memoria. Il turista solo così può essere emozionato. Tutti d’accordo con Enzo BARBIERI, l’imperatore del food in Calabria, tra le voci autorevoli protagoniste, ieri (domenica 18), dell’inaugurazione della RASSEGNA GASTRONOMICA DEL BUONPESCATO ITALIANO, progetto promosso dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, che sarà ospitato fino a domani (martedì 20), presso il Porto Turistico di Cariati. I ristoratori siano ambasciatori del Made in Calabria. È con l’appello dell’On. Dorina BIANCHI che si è chiusa la serie di interventi della conferenza stampa che ha fatto seguito al taglio del nastro operato dal Sindaco Filippo SERO e dal Presidente della Giunta Provinciale Mario OLIVERIO, e che ha dato il via, subito dopo, alle degustazioni. Per la Provincia sono intervenuti anche gli assessori Biagio DIANA, Mario CALIGIURI e Leonardo TRENTO. Hanno preso la parola, oltre al Primo Cittadino SERO e al Presidente OLIVERIO, Cataldo MINÒ Presidente del GAC “I Borghi Marinari della Sibaritide”, Salvatore MARTILLOTTI, Presidente “Lega Pesca Calabria”, ed il responsabile del progetto “BuonPescato Italiano” Paolo GIARLETTA. Nel pubblico anche il Maresciallo Antonio PAPARO della Capitaneria di Porto, Giovanni GAGLIARDI di vinocalabrese.it , il Sindaco di Terravecchia Mauro SANTORO, il musicista Cataldo PERRI e la scrittrice Assunta SCORPINITI e Cesare ANSELMI segretario della condotta SLOW FOOD SIBARITIDE POLLINO. Dall’importanza dell’educazione alimentare e l’impegno nelle scuole nel contributo di Pietro MOLINARO, Presidente “Coldiretti Calabria” all’importanza della comunicazione e della promozione del consumo dei prodotti a km0 che, per Filomena GRECO, responsabile marketing dell’azienda IGRECO – passano e coinvolgono non un solo paese ma un intero territorio; dalla necessità di dire stop all’approssimazione nell’impresa del turismo ribadita da Alfonso COSENTINO Presidente Sezione Turismo – “Confindustria Cosenza”. Se anche un solo ristoratore locale a partire da questo evento facesse proprio questo approccio al km0 preferendo nei menù il nostro enorme patrimonio enogastronomico potremmo esser soddisfatti di aver raggiunto un risultato dal quale partire per continuare a sensibilizzare gli altri e sopratutto i consumatori. questi ultimi – ha scandito Lenin MONTESANTO, fiduciario della Condotta Slow Food Sibaritide Pollino – hanno un potere economico enorme: preferire ristoranti e trattorie con menù locali. Blue food, blue tourism, blue industry, blue logistic, blue resources, in una parola BLUE ECONOMY. È il tema sul quale si confronteranno, moderati da MONTESANTO, dalle ORE 19, il Sindaco di Amendolara Antonello CIMINELLI, Enzo BARBIERI, Mario CARUSO, Sindaco di Cirò, Città del Vino e di Lilio; Giovanni GAGLIARDI, responsabile del portale Vinocalabrese.it; Salvatore MARTILOTTI presidente di Lega Pesca Calabria; Maria Francesca CEO, neo assessore al turismo del Comune di Corigliano, Ranieri FILIPPELLI, presidente di Coldiretti Rossano, Antonio D’ANTONIO, fiduciario Slow Food della Condotta di Crotone, Stanislao SMURRA, presidente della storica associazione europea Otto Torri sullo Jonio e Luigi VIOLA presidente dell’associazione dei produttori del Moscato passito di Saracena, presidio Slow Food. Parteciperanno al dibattito anche Fabrizio DELLAPIANA, responsabile nazionale Slow Food Italia, il presidente della commissione regionale ambiente Gianluca GALLO, l’assessore regionale al demanio marittimo Alfonso DATTOLO, l’eurodeputato Mario PIRILLO, membro della commissione pesca e ambiente del Parlamento Europeo ed il sottosegretario regionale alla protezione civile Giovanni DIMA. – (Fonte: Montesanto Sas – Comunicazione & Lobbying).

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta