ELLY SCHLEIN ACCUSA: “FRATELLI D’ITALIA O BRANDELLI D’ITALIA?”

LA SEGRETARIA DEL PD CONTRO MELONI SULL'AUTONOMIA DIFFERENZIATA

Elly Schlein (PD)

Antonio Loiacono

Nel Bel Paese che un tempo cantava “Fratelli d’Italia”, oggi qualcuno sembra più intento a intonare “Brandelli d’Italia” o “Fratelli di mezza Italia”! A dirlo non è un qualunque signor “Nessuno”, ma la segretaria del Pd, Elly Schlein. In una dichiarazione di voto sull’autonomia differenziata, Schlein ha puntato il dito con veemenza contro la sedicente patriota Giorgia Meloni ed il suo partito FdI, accusandoli di voler spaccare il Paese in due.

In uno spettacolo notturno degno dei migliori film d’azione, il centrodestra ha deciso di approvare questa riforma dell’autonomia differenziata “senza un euro”, lasciando molti a chiedersi se forse la fretta fosse dovuta alla vergogna, come insinuato dalla stessa Schlein. “Oggi si consuma il secondo atto di un vergognoso scambio fatto sulla pelle delle italiane e degli italiani. Ci avete tenuti qui tutta la notte, con quale urgenza? Lo abbiamo capito: quella di ottenere lo scalpo del sud” ha dichiarato la segretaria del Pd, mentre cercava di tenere gli occhi aperti dopo ore di dibattito.

Ironico, no? Nel Paese che si vanta della sua unità, stiamo creando cittadini di serie A e di serie B. A seconda della Regione in cui nasci, potresti essere fortunato e trovarti con un sistema sanitario efficiente, scuole di qualità e servizi pubblici degni di tale nome. Oppure potresti ritrovarti con meno risorse, più burocrazia e, naturalmente, meno servizi.

Ma non è finita qui. Secondo Schlein, il centrodestra non si è accontentato di fermarsi ad una semplice spaccatura geografica. “Avete colpito la coesione del nostro Paese”, ha sottolineato la segretaria, evidenziando un “cinico baratto con la Lega”. Sì, avete capito bene. Un vero e proprio mercato delle vacche, con il sud come merce di scambio.

La seduta fiume notturna voluta dal centrodestra, con una fretta che farebbe impallidire persino un velocista olimpico, è stata definita da Schlein come un tentativo di nascondere l’imbarazzo. E mentre i parlamentari del centrodestra festeggiavano il “successo” notturno, molti italiani, probabilmente, si svegliavano con un amaro in bocca, chiedendosi se sono stati relegati alla serie B.

Per ora, possiamo solo sperare che questa autonomia differenziata non si traduca in un’Italia ancora più frammentata, dove il destino di una persona è scritto nel codice postale! Altrimenti, potremmo dover rispolverare vecchi slogan e forse aggiungere qualche versetto nuovo: “Fratelli d’Italia, svegliamoci dall’illusione, perché il nostro Paese è ora diviso in porzioni.”

 
Print Friendly, PDF & Email

Views: 38

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta