DISCARICA SCALA COELI, RIUNITISI I SINDACI

DISCARICA SCALA COELI, RIUNITISI I SINDACI NEI PROSSIMI GIORNI L’INCONTRO CON LA BI.ECO. CARIATI, CONVOCATI CAPIGRUPPO IN VISTA CONSIGLIO Scala Coeli, Venerdì 23 Luglio – “Dalle indicazioni emerse in seguito all’incontro svoltosi nella giornata di ieri (Giovedì 22), con gli altri colleghi Sindaci del territorio, presso la sede comunale di Scala Coeli, in merito alla paventata ipotesi della realizzazione di una discarica privata in quest’area, si è stabilito di procedere seguendo tre diverse vie. Per prima cosa, si seguirà la via giuridica affidando l’incarico ad un legale per valutare un eventuale ricorso al provvedimento di autorizzazione rilasciato dalla Regione Calabria, per la realizzazione della discarica in località Pipino. Contestualmente, si procederà percorrendo la via politica con la richiesta di un incontro urgente all’Assessore Regionale all’Ambiente PUGLIANO. Infine accogliendo la richiesta da parte della BI.ECO., Società privata deputata a realizzare l’eventuale impianto, trasmessa in data 21 Luglio a tutti i sindaci coinvolti, si procederà ad un incontro allargato per un confronto tra le parti” . É quanto dichiara il Sindaco di Scala Coeli, Mario SALVATO, riassumendo le diverse posizioni emerse dall’incontro con i Sindaci dei comuni del Basso Ionio, interessati alle questioni che riguardano lo sviluppo e le eventuali ricadute anche nei propri comuni, rispetto a scelte assunte o da assumere congiuntamente nei comuni circostanti. Il Presidente del Consiglio Comunale della Città di Cariati, Cataldo MINÒ intanto, preso atto delle risultanze dell’incontro a Scala Coeli, ha convocato per Martedì 27 presso la sede comunale, i Capigruppo per discutere del parere favorevole di compatibilità ambientale, rilasciato dalla Regione Calabria in merito alla realizzazione della nuova discarica. Ciò, anche in vista delle indicazioni che emergeranno dal Consiglio Comunale indetto per Lunedì 26 a Scala Coeli e del prossimo Consiglio Comunale di Cariati che verrà convocato per discutere di questo punto all’ordine del giorno.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta