CARIATI. Ad ANNA LIGUORI Importante riconoscimento nel campo della ricerca europea.

La Commissione Europea ha comunicato in questi giorni i nomi dei giovani ricercatori europei vincitori del bando Horizon 2020, Azione Marie Skłodowska-Curie Individual Fellowships 2019.

La Commissione Europea attraverso questo premio, che prende il nome dalla famosa ricercatrice Marie Sklodowska Curie vincitrice di due premi Nobel , uno per la Chimica e l’altro per la Fisica, vuole finanziare l’eccellenza e l’innovazione nella formazione, nella carriera e nelle opportunità di scambio di conoscenze dei ricercatori europei, grazie alla mobilità transfrontaliera e intersettoriale, al fine di prepararli al meglio ad affrontare le sfide sociali attuali e future.

È sicuramente il programma più prestigioso e competitivo finanziato dall’Ue riservato ai giovani ricercatori e che spazia in tutti i settori della Ricerca da quello umanistico a quello scientifico tecnologico.  Quest’anno i vincitori del bando emanato nel 2020 sono stati 1.630, scelti tra 11.573 candidati provenienti da tutti i paesi europei ed extraeuropei.

Tra i vincitori vi è anche una giovane ricercatrice di Cariati: Anna Liguori che svolge la sua attività di ricerca presso il Dipartimento di Chimica dell’Università Alma Mater di Bologna.

Anna con un punteggio complessivo di 95/100, ha ottenuto il finanziamento del suo progetto individuale di ricerca, che svolgerà presso l’Università KHT di Stoccolma per una durata di 24 mesi a partire da settembre 2021.

Il Titolo del progetto premiato è: SUSTAINABLE, il cui  tema di ricerca si inserisce nell’ambito del raggiungimento dell’OBIETTIVO 12 dell’Agenda 2030: “Garantire modelli di consumo e produzione sostenibili” e  si propone lo studio di possibili strategie per uno sviluppo sostenibile, mediante  la sintesi di nuovi materiali tecnologici funzionalizzati  per impiego nel campo medico, utilizzando, al posto dei composti fossili finora impiegati e, purtoppo dannosi per l’ambiente, materiali naturali di scarto di altre produzioni.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta