CALCIO: NONOSTANTE LA PROMOZIONE, UN CARIATI, ANCORA VOGLIOSO DI VITTORIE.

Sporting Terranova – Cariati è la partita addirittura piuttosto impossibile del campionato per i padroni di casa, ma il collettivo del Terranova proverà con tutte le sue forze a fermare la corsa della capolista, che a due partite dal termine del campionato di prima categoria, girone A non solo aveva conseguito ben 21 vittorie ma addirittura conquistato il salto nella categoria superiore. Con questa mentalità la squadra del trainer De Rose ha preparato, durante la settimana, l’ultimo impegno casalingo dell’anno solare pur nella consapevolezza di attraversare il periodo più difficile del campionato con la vittoria, avendone conseguito, durante l’intero torneo, solo due e incappato in ben 28 sconfitte. Il veterano Intrieri, però, che di questo team è sempre stato un valore aggiunto sia per la sua veneranda età e soprattutto per il suo qualificato tasso tecnico, in precedenti occasioni calcistici ha ricordato che “Lo Sporting Terranova riesce a dare il meglio di se stesso contro le squadre più blasonate”. Per il valido centrocampista Intrieri sarà una partita speciale, in quanto è suo precipuo obiettivo battersi allo spasimo, unitamente all’intero collettivo, per conseguire un risultato di prestigio, onorando, così, il vero valore dello sport. La partita contro la capolista Cariati richiamerà sul terreno di gioco del Terranova di Sibari il pubblico delle grandi occasioni, in quanto desideroso di vedere all’opera la capolista che ha dominato l’intero girone di ritorno distanziando le sue più dirette contendenti al titolo, il Marina Schiavonea di ben nove punti, l’Olyimpic Acri di dieci e il Brutium di diciotto punti. Il collettivo di mister Vincenzo Filareti scenderà in campo per dimostrare, ancora una volta nella sua ultima trasferta di questo avvincente campionato, che il giocattolo è sempre più pimpante e pronto a conseguire la sua ventiduesima vittoria stagionale. Le sue due ultime prestazioni, la prima con il Sofiota vinta per sette ad uno e la succesiva con il Fiumefreddo per 3 a 0, stanno a confermare la netta forza del Cariati, vero dominatore del campionato in corso. La capolista Cariati, nel suo ultimo incontro esterno, scenderà in campo in piena formazione tranne i due squalificati, il centrocampista De Giovanni ed il tornante Filareti, per dimostrare, ancora una volta, che il giocattolo è sempre più pimpante e pronto a conseguire la sua ventiduesima vittoria stagionale. Il tecnico Vincenzo Filareti ha sottoposto i suoi ragazzi, come al solito, ad intensi allenamenti tecnico-atletici durante la settimana, in quanto intende onorare il suo esaltante campionato sino all’ultima gara di campionato che vedrà la sua squadra affrontare il Mirto Krosia. I ragazzi del presidente Sabatino Tosto costituiscono un gruppo coeso e con in dote qualità e quantità, caratteristiche che il collettivo deve tenere vive facendo affidamento alla propria umiltà, peculiarità che hanno portato la squadra non solo a risultati importanti ma anche ad esprimere un gioco di qualità, più volte, preso ad esempio dagli avversari. In poche parole capitan Cataldo Scarpello e compagni sono sempre volati bassi per arrivare in alto. Tre punti per conseguire la ventiduesima vittoria stagionale, tre punti per non spegnere gli entusiasmi dell’ambiente biancazzurro e tre punti per onorare, ancora una volta, il campionato di prima categoria già vinto in maniera superba. L’importanza della partita di domenica 26 marzo è sottolineata dalla società guidata dal giovane ed intraprendente presidente, l’imprenditore economico Sabatino Tosto, che non ha mai fatto pagare il costo del biglietto nelle partite interne, in quanto per vincere serviva anche l’appoggio del pubblico delle grandi occasioni. Il tecnico Vincenzo Filareti inizialmente farà scendere in campo la formazione titolare per onorare la sua leadership, poi a risultato acquisito darà spazio anche ai ragazzi dell’Under che stanno onorando, nel migliore dei modi il loro campionato. Mario Paolo Pugliese, Fabio Ioele, Alessandro Tranquillo, Madera Gennaro, Antonio Russo, Francesco Filareti e Rocco Fazio giovani promettenti che si stanno affermando sempre di più e sui quali già ci sono molte richieste da parte di altre squadre di serie superiore. Merito che va, soprattutto, al tecnico Michele Marino e particolarmente al presidente onorario Vittorio Tosto e al presidente effettivo Sabatino Tosto, che con non pochi sacrifici economici stanno portando avanti la valorizzazione di tanti giovani di Cariati e dell’intero comprensorio.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta