CALCIO: Esordio in salita per la Cariatese, perde in casa 1-2 contro il Presar.

Cariatese : Arcudi 5, Gentile 5, Russo 6,5, Riolo 5, Sero 5, Crescente 5, Pirone 5 (69’Brunetti 5), De Lorenzo 6, Cosentino Gennaro 6, Cristaldi 5, Boccia 5 (53 Converso5). All: Caruso Franco. Prasar : Procopio 6, De Sio 6 ( 93’Trapasso Alessio s.v.), Critelli 5, Arabia 5, Capicotto 5, Caroleo 6, Soluri 6,5 (86’ Verre s.v.), Mauro Marco 5, Cuomo 6,5, Scalzo5, Mauro Alessio 6,5 (77 La Rosa s.v.) All: Lanciano Piero. Arbitro : Casciaro Gianfranco 6 Con due reti del centravanti Cuomo e del tornante Soluri la Presar di mister Piero Lanciano sbanca il comunale di Cariati, resta a punteggio pieno e certifica la prima mini-crisi della Cariatese, un undici privo di una adeguata preparazione tecnico-atletica e soprattutto di carenza di esperienza. La compagine di casa, va subito rimarcato, ha evidenziato mancanza di allenamento, di coesione e particolarmente di tenuta atletica. Il collettivo messo in campo oltre a necessitare di una buona preparazione ha bisogno di un attaccante di peso e soprattutto di un difensore centrale e di un centrocampista di esperienza.La compagine è stata allestita da pochi giorni; pertanto servono ulteriore preparazione e schemi di gioco. Dunque un esordio in salita per la Cariatese che ha dovuto lasciare il passo ad una Prasar sicuramente più esperta e cinica nel siglare due reti con i suoi migliori elementi,il centravanti Cuomo ed il tornante Soluri. Tra i locali da segnalare le prestazioni di Gennaro Cosentino,autore del gol cariatese, e del centrocampista De Lorenzo, autore tra l’altro di un preciso colpo di testa che ha fatto gridare al gol, ma che il portiere ospite ha neutralizzato con un provvidenziale colpo di reni, mandando il pallone oltre la traversa. Il migliore della Cariatese è stato il giovane difensore Carmine Russo, che ha neutralizzato il suo diretto avversario. ”Abbiamo perso contro una squadra ben più in palla di noi, ha dichiarato a fine gara il tecnico cariatese. Mi riunirò con la dirigenza per fare il punto sulla situazione. Bisogna correre ai ripari perché serve esperienza a questo gruppo. Dispiace per questa sconfitta casalinga, serve qualcosa a centrocampo e in attacco, ma da subito dovrò lavorare sodo con i ragazzi. Da domani dobbiamo sudare maggiormente sul terreno di gioco e avrò il compito di fare breccia nelle menti dei miei giovanissimi calciatori per poter archiviare questa amara sconfitta”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta