CALCIO: Domani il Cariati a Belvedere. Necessario portare punti a casa.

Foto di Lino Malara

La decima partita del campionato di promozione, girone A, prevede, tra le altre, la gara Belvedere – Cariati.

La formazione del presidente Lorenzo Scigliano è reduce dall’amara sconfitta interna ad opera della capolista Amantea per 0 a 2. La gara, a giudizio del pubblico presente, è stata falsata dal direttore di gara per diverse errate valutazioni di gioco e soprattutto per carenza di equilibrio, di buon senso ed obiettività. Comunque va ribadito il comportamento sportivo espresso dalla compagine tirrenica, allorchè il Cariati era in svantaggio di due reti e di ben tre giocatori espulsi oltre allo stesso tecnico Filareti con irrisoria superficialità dal direttore di gara, che invece di affondare verso la compagine di casa si è limitata a giocherellare a centrocampo per non infierire su un collettivo in svantaggio già di due reti e privato addirittura da ben tre calciatori e del suo allenatore con estrema leggerezza dall’arbitro.

Diciamo subito, però, che l’inizio del campionato del cariati lascia molto a desiderare, nonostante gli sforzi economici effettuati dalla nuova dirigenza, che hanno cercato di collezionare un organico alquanto dignitoso. La carenza di fortuna e l’assenza del suo migliore uomo, il centrocampista Sifonetti, per infortunio, non hanno permesso alla compagine del cariati di navigare in acque più tranquille.

Pertanto, se il Cariati vuole evitare la retrocessione nel campionato di prima categoria, si rende necessario nel prossimo mese di dicembre di ricorrere all’acquisto di almeno tre elementi. Nonostante la defezione di tre importanti pedine, quali il libero Scarpello, il fluidificante Caniglia ed il tornante Filareti, la squadra che scenderà in campo sul terreno di gioco del Belvedere dovrà mettere in campo tutto il suo carattere e la sua cattiveria, se vuole avere qualche possibilità di un risultato positivo.

L’undici del Cariati che affronterà il Belvedere, decima posizione in classifica con 13 punti, di cui 4 vittorie, due interne e due esterne nonché un pareggio esterno, dovrà essere sempre cattivo per l’intero arco della gara ed affrontare l’avversario rubandogli sempre il pallone e non mollare mai, altrimenti rischiare l’ottava sconfitta stagionale.

lorenzo-scigliano3-10-2016Quindi, i ragazzi del presidente Lorenzo Scigliano devono affrontare il Belvedere senza nessun timore e senza nessuna paura.Il collettivo del tecnico Vincenzo Filareti sfiderà sul proprio campo un Belvedere più forte sulla carta e proprio perché il Cariati, attualmente, ha poco da perdere potrebbe fare leva su questo e giostrare in maniera spensierata ma non certo rassegnato. I ragazzi del Cariati non debbono pensare di partire battuti quando incontreranno squadre avanti in classifica e deve essere, anzi,la spinta che accompagnerà domani il Cariati ad affrontare il Belvedere.Il supporto di una rivalsa, la fortuna, la prestazione, la cattiveria e tanto altro al Cariati servirà tutto questo ed anche qualcosa in più per uscire indenne dallo stadio comunale di Belvedere e questo mister Filareti lo sa bene.L’undici che scenderà sul terreno di gioco del Belvedere deve pensare di meno e fare di più, se vuole raccogliere un risultato positivo.Analizzando le prestazioni offerte sino ad oggi dal Cariati, al di là del risultato conseguito, possiamo affermare che la compagine della nuova società con presidenza Lorenzo Scigliano è attualmente a livello di quelle sei-sette squadre che lottano per non retrocedere.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta