Approvata legge lilio – soddisfazione sindaco cirò

E’ un traguardo importante per la Calabria che alza la testa e punta sulla cultura e su un cittadino calabrese per molti secoli ignorato. A partire da oggi in Calabria il Calendario lo chiameremo “Liliano-Gregoriano”. Un grazie particolare all’assessore regionale alla cultura Mario Caligiuri, che ha creduto sin dall’inizio in questo nostro sforzo, al relatore del progetto di legge, il presidente Nazareno Salerno e a tutti i consiglieri regionali che,votando a favore hanno creduto in una iniziativa che non aveva e non ha colore politico ma che persegue due obiettivi: uno, recuperare il gap storico che per secoli ha lasciato nell’oblio la figura del nostro illustre concittadino; due, stimolare negli stessi calabresi la conoscenza della storia e la riappropriazione del proprio passato,della propria identità e quindi delle più autentiche e durature occasioni di sviluppo sostenibile della città, del territorio e della regione. Per quei pochi che hanno ritenuto di votare inspiegabilmente contro, questo risultato serva da stimolo quanto meno a leggersi la storia della riforma del calendario gregoriano per provare a capire l’importanza di questa giornata e l’occasione,per loro persa. Abbiamo parlato di Lilio in questi 5 anni in tutta Italia iniziando dalla Biblioteca Nazionale di Roma. Non è una giornata di polemica -aggiunge il vicesindaco Francesco Paletta – ma di condivisione. Dispiace,tuttavia, che in sede di approvazione qualche consigliere regionale abbia cercato di sminuire una legge di tale importanza dal punto di vista del riscatto culturale di questa regione.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta