UNA GIORNATA IN FATTORIA PER I BAMBINI DEL COMPRENSIVO DI CARIATI

Una giornata da ricordare, quella trascorsa nella fattoria didattica di Montecorvino Pugliano, in provincia di Salerno, con protagonisti gli alunni delle scuole primarie di Stabilimento e Vittorio Emanuele, appartenenti all’Istituto Comprensivo di Cariati diretto dalla prof.ssa Giuliana Rizzuti. L’uscita, programmata nell’ambito delle iniziative volte a favorire il turismo scolastico, è stata definita dagli stessi ragazzi “un’esperienza entusiasmante” perché li ha portati a conoscere da vicino la vita dei contadini di una volta e a fare il raffronto con il loro vissuto. Accompagnati dalle insegnanti Angela Branca, Gemma Branca, Evelina Cerenzia, Teresa Franzè, Ida Greco, Luisa Labonia, Anna Maria Lavia, Teresa Leone, Lina Librandi, Maria Marino, Erminia Riccio, Carmela Russo, Maria Scorpiniti, Rosa Trento, il 12 aprile scorso i piccoli studenti sono partiti con due pullman alla volta della cittadina campana, dove sono stati accolti da personale qualificato che li ha guidati alla scoperta della civiltà contadina. Molti i quadri affascinanti con le ricostruzioni sceniche, come la casa dei contadini con il letto di paglia dei primi del novecento, la scuola d’altri tempi, le antiche botteghe degli artigiani. I ragazzi hanno osservato ogni fase del percorso illustrato dalla guida, partecipando anche attivamente alle varie attività; divisi in piccoli gruppi, infatti, tutti di sono cimentati nella preparazione degli ortaggi, nella macinazione del caffè, nel pestaggio del sale, nella preparazione della ricotta e della “cotta” del pane. Le piccole massaie, nel loro specifico itinerario didattico, hanno anche fatto il bucato a mano negli antichi lavatoi di pietra, mentre i maschi, impegnati a turno nei laboratori del maniscalco, del calzolaio, dell’arrotino e del falegname, hanno imparato a segare la legna, lavorare il ferro di cavallo, aggiustare le scarpe, ma anche ad attingere l’acqua dal pozzo e trasportarla con i secchi, introcchiare il fieno, zappare ed allestire l’orto. La mattinata in fattoria si è conclusa con il giro sul calesse trainato dall’asino. Nel pomeriggio, dopo il pranzo nel ristorante al cui interno si potevano ammirare i meravigliosi dipinti e gli attrezzi agricoli del Museo di Arte e Cultura Contadina, i bambini sono stati intrattenuti in giardino con canti e balli; la preparazione della pasta fresca e della pizza, infine, ha chiuso in bellezza la giornata in fattoria. Sulla strada del ritorno, i piccoli turisti hanno fatto tappa alla Certosa di Padula, la più grande d’Italia, che possiede il porticato più grande del mondo, dichiarata nel 1998 Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta