Un giovane pizzaiolo a Copenaghen

Il giovane italiano é arrivato in Danimarca nel luglio scorso

Pizzaiolo a Copenaghen

La storia di Michele Lucarelli, un giovane di 35 anni nato in un piccolo paese in provincia di Pesaro – Urbino, San Costanzo, é un messaggio per tanti suoi coetanei che vogliono realizzare il sogno della loro vita.

Michele, sin da piccolo, ha sempre sognato di fare lo chef di strada. Dopo tanto tergiversare e vari tentativi c’é riuscito, lontano, però, dall’Italia a Copenaghen. Per lui l’ardua impresa ha significato una doppia sfida. Di quelle che ti segnano, temprano mettono immancabilmente alla prova.

Ha progettato un “forno – bici” che trasporta un vero forno a legna da portare a spasso per le strade della capitale danese. Una pizzeria a pedali che si chiama Bike and Bake. La si trova a Radhuspladesn, la piazza principale di Copenaghen. Tra le più affollate da locali e turisti.

Il giovane italiano é arrivato in Danimarca nel luglio scorso. Curioso di scoprire un mondo nuovo e diverso dalle sue origini. Si é subito con grande coraggio – che gli fa tanto onore – messo all’opera. É rimasto meravigliato dalle tantissime biciclette che circolavano per le strade e per le piazze della città.

Immediatamente ha pensato di voler progettare una realtà di “street food” itinerante, su ruote e a pedali, legata alla pizza. Qualcosa che non esisteva sul mercato. Che poteva incuriosire e conquistare il palato dei tanti danesi, ma anche dei molti turisti in visita a Copenaghen.

Al momento dell’inaugurazione ha avuto la soddisfazione di avere al suo fianco il vicesindaco di San Costanzo. Lo stesso gli ha conferito pubblicamente un attestato di benemerenza civica.

Per un giovane che ha raggiunto il suo sogno dopo tanti sacrifici, lontano dal suo Paese d’origine, rappresenta una spinta maggiore a fare bene e sempre meglio. Immagine del nostro capitale sociale fattivo, che non perde occasione per affermare capacità, lungimiranza e voglia di fare.

Bravo Michele, il futuro Ti premierà!

Nicola Campoli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta