TARI, 100 EURO IN MENO A FAMIGLIA.

Tari, ogni famiglia di Cirò potrà beneficiare di una riduzione di 80-100 all’anno sul costo del servizio per i rifiuti. Un concreto sostegno soprattutto per quei nuclei familiari, non pochi, che fanno letteralmente fatica ad arrivare a fine mese. – Castello, approvato preliminare per l’abbattimento delle case circostanti. A sottolineare l’importanza del risultato perseguito e raggiunto, nel corso dell’ultimo consiglio comunale, dall’Amministrazione Comunale guidata da Mario CARUSO è il vicesindaco Francesco PALETTA per il quale sono queste, tra le altre, le iniziative che qualificano l’impegno di una istituzione locale e di una classe dirigente. Siamo riusciti ad individuare – dichiara PALETTA – una somma di 96 mila euro da destinare, di fatto, in bilancio (che discuteremo ed approveremo il prossimo LUNEDÌ 24 AGOSTO), all’ottenimento del risultato di vedere ridotto l’esborso da parte di tutti i cittadini per la TARI. E si tratta di un taglio effettivo notevole, fino a 100 euro a famiglia – aggiunge il Vicesindaco – che nel perdurare della crisi economica significano molto nella chiusura dei rendiconti delle nostre famiglie. Allo stesso tempo – continua PALETTA nel suo ruolo di assessore all’ambiente – siamo consapevoli che benefici maggiori e sostanziali potremo e dovremo ottenere dall’avvio, a partire dal prossimo autunno, della raccolta differenziata. È su questa vera e più importante sfida che ci confronteremo, informando e sensibilizzando la nostra comunità, nella convinzione che è soltanto attraverso questo percorso virtuoso che riusciremo, nel medio e lungo termine, a ridurre ulteriormente e stabilmente i costi comunali e dunque familiari per la gestione locale dei rifiuti, senza contare i benefici ambientali e di sostenibilità. Nel corso dell’ultima assise civica, dedicata all’approvazione delle tariffe in funzione ed in vista dell’approvazione consiliare del bilancio, già positivamente licenziato in giunta, è stato approvato anche il preliminare per l’abbattimento delle case introno al Castello nel centro storico. Si tratta – commenta il vicesindaco – di un primo e strategico atto nella direzione, fortemente intrapresa dalla nostra amministrazione, della riqualificazione e valorizzazione dell’area circostante piazza Pugliese e, di conseguenza, di uno dei punti cardinali del nostro borgo antico col Castello. Insieme al nostro terroir ed al vino, insieme a Lilio ed a Lacinio ed al nostro patrimonio archeologico, il Castello di Cirò, che per imponenza, superficie, prospettiva e storia trascorsa è uno dei più grandi ed importanti della Calabria, continua a rappresentare – conclude PALETTA – uno dei marcatori identitari della nostra comunità e quindi una delle leve strategiche sulle quali continueremo ad investire, per consolidare l’immagine culturale e la forza attrattiva del nostro territorio come destinazione ideale per più segmenti turistici.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta