TAGLI TRASPORTI, BASSO JONIO COSTRETTO AD ISOLAMENTO

Tagli ai trasporti. Entroterra e basso jonio cosentino penalizzati. Stop ai collegamenti con Cosenza dal 1° Luglio. Filippo MAZZA: interesseremo il Governo centrale; NO all’isolamento di un intero territorio. È l’ennesima vergogna che quest’area è costretta a subire. Spoliazioni e privazioni, una dietro l’altra, e a distanza di un tempo così ravvicinato – dichiara il Vicesindaco MAZZA – lasciano pensare ad un preciso disegno di relegare le comunità della fascia jonica e dell’entroterra della Sila Greca, ad un lento e progressivo isolamento. Sta già succedendo: con i treni soppressi, con l’annullamento della corsa che da Campana, dal 1° Giugno, non consente di arrivare fino a Rossano. Ed ora, dal 1° luglio, l’impossibilità di raggiungere Cosenza. Ciò che viene meno – denuncia MAZZA – è il diritto alla mobilità per pendolari e studenti che, quotidianamente, usufruiscono dei trasporti per recarsi nelle destinazioni di studio e lavoro. L’appello è per gli amministratori locali a mobilitarsi affinché ci si riunisca in un comitato e si risparmi al territorio questo ulteriore disagio. L’Esecutivo DONNICI ha già interessato della problematica l’assessore provinciale alle Politiche del Territorio e all’Urbanista Leonardo TRENTO. Sarà presentata un’interrogazione al Viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Riccardo NENCINI. – (Fonte: MONTESANTO SAS – Comunicazione & Lobbying).

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta