A SCUOLA CONFRONTO SULLE RICERCHE DI ASSUNTA SCORPINITI

L’IDENTITÀ MARINARA ENTRA A SCUOLA CONFRONTO SULLE RICERCHE DI ASSUNTA SCORPINITI SERIE DI APPUNTAMENTI FINO AD APRILE CARIATI, Mercoledì 17 Febbraio 2010 – Il Sud come soggetto del pensiero. Non più da studiare, analizzare e giudicare da un pensiero esterno, ma capace di riacquistare la forza per pensarsi da se’. Per riconquistare la propria autonomia. A partire dai banchi di scuola. E’ imbevuto di questa filosofia, quella del pensiero meridiano del sociologo Franco CASSANO, lo sforzo concettuale e logistico della scrittrice e ricercatrice Assunta SCORPINITI con l’avvio dei suoi incontri-confronti nelle scuole cariatesi per parlare di identità marinata e mediterranea. Suscitare l’attenzione su quello che è stato per la nostra terra il fenomeno dell’emigrazione. Per capire il presente. Per meglio confrontarsi con i tanti immigrati che premono alle nostre porte. Raccontare l’apporto “invisibile” delle nostre donne ai processi evolutivi. Far comprendere fino in fondo come la gente della nostra società del mare sia portatrice di cultura e opportunità di progresso economico. – Allo stesso tempo recuperare e custodire, con la parola scritta o le ricerche d’immagini, tradizioni, costume, fatti ed episodi di un mondo sociale pieno di ricchezza culturale e umana ma anche con tante contraddizioni. Insomma, provare a far comprendere cosa ha consentito alle nostre comunità di esistere, il loro cambiamento e l’evoluzione nel tempo. È attraverso le parole ed i testi della scrittrice e ricercatrice cariatese Assunta SCORPINITI che l’identità e la memoria di Cariati e della Calabria entrano nelle scuole. Allo studio ed alla divulgazione, con vari modi e linguaggi, della storia sociale della nostra terra, che è poi l’indagine e il racconto dell’uomo, la SCORPINITI ha praticamente dedicato la vita e un impegno che da circa 25 anni non ha conosciuto sosta. Presso gli istituti scolastici cariatesi sono stati, infatti, avviati una serie di incontri con l’Autrice. – Il primo si è già tenuto presso il Liceo Scientifico “Stefano Patrizi”, nell’ambito del “PROGETTO LETTURA”. L’incontro, sul tema “Calabria terra d’emigrazione e d’immigrazione”, si è svolto a seguito dalla lettura, da parte degli studenti, del libro “Calabria altrove. Storie, emozioni, sogni e ricordi di emigrati di tre generazioni”. Il dibattito si è incentrato sul filo della ricerca iconografica della SCORPINITI che lega alla “narrazione” della Calabria un tipo di ricerca ispirata alla prospettiva di studio nota come “antropologia visuale”. Il calendario dei prossimi appuntamenti nelle scuole cariatesi prevede per il prossimo VENERDÌ 19 MARZO l’incontro con gli studenti dell’IPSIA che hanno in lettura le storie ed i racconti della gente di mare, pubblicati sulle pagine culturali di importanti giornali e sulla rivista “Spola”, nata nell’ambito dell’Unical. Assunta SCORPINITI parlerà loro di storia e identità marinara e presenterà la sua ricerca intitolata “Sguardi sullo Jonio. Incontro con le storie e la gente del nostro mare”. Il prossimo VENERDÌ 23 APRILE la scrittrice incontrerà gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Cariati, in occasione della “Giornata Mondiale della lettura” proclamata dall’Unesco “per incoraggiare i più giovani a scoprire il piacere della lettura e a rispettare l’insostituibile contributo dei creatori al progresso sociale e culturale, sottolineando come il libro sia uno strumento forte al servizio della tolleranza, della conoscenza reciproca, del multiculturalismo, della cultura della pace”. – L’incontro con i bambini delle ultime classi della primaria e delle medie sarà incentrato sui racconti ed i vari scritti sulla gente e l’identità di Cariati e del territorio jonico come “Sette storie sulla scala di seta”, del 2009, “Cariati e la sua gente”, uscito in due edizioni nel 2002 e nel 2004, e “Calabria altrove” del 2005 – pubblicati dalla casa editrice cosentina “Progetto 2000”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta