SUL LUNGOMARE PIÙ LUCE DI PRIMA

SUL LUNGOMARE PIÙ LUCE DI PRIMA CON MENO INQUINAMENTO E MENO COSTI CARIATI (CS), Venerdì 5 Marzo 2010 – Lungomare, progetto di risparmio energetico e contenimento dell’inquinamento luminoso mediante tecnologia a led. La nuova illuminazione consente un RISPARMIO ANNUO DI 14 MILA EURO, risponde alle normative vigenti ed è superiore rispetto al precedente sistema. È quanto risulta dai rilievi tecnici ad hoc effettuati, nella serata di ieri (Giovedì 4), dai progettisti. Sono pertanto strumentali e non veritiere le dichiarazioni riportate in questi giorni sulla stampa e sul web. ALLEGATE FOTO CHE DOCUMENTANO POTENZA LUCE PRIMA E DOPO INTERVENTO Il progetto – fanno sapere i tecnici – riguardava la sostituzione delle obsolete lampade esistenti con delle armature e piastre a led in Contrada Villari, Via Fornara, Via Matteotti, Via Repaci, Piazzetta Padre Pio e Via Cristoforo Colombo. Le precedenti lampade, da 150 W, al sodio ad alta pressione e dotate di reattori/accenditori, con un consumo effettivo di circa 200W, non a norma in materia di inquinamento luminoso per la dispersione verso l’alto del flusso luminoso, SONO STATE SOSTITUITE CON DELLE MODERNE ED EFFICIENTI ARMATURE a led per una potenza complessiva di circa 60 W dotate di regolatore di flusso luminoso. – L’illuminamento medio richiesto dalla normativa vigente in base alla classificazione della strada, alla tipologia d’utenza e al flusso di traffico dei veicoli per la strada in questione RISULTA, DOPO L’ADEGUAMENTO A LED, ESSERE SUPERIORE O ALMENO EQUIVALENTE RISPETTO A PRIMA. Dai rilievi tecnici effettuati post appalto risulta infatti un illuminamento, sotto il lampione compreso tra 40-50 lux, mentre a centro strada l’illuminamento è di circa 10 lux, con un valore medio compreso nella norma, mentre in precedenza, l’illuminamento sotto il lampione non superava i 20 lux. – Si ricorda che il progetto prevedeva solo l’adeguamento a led delle lampare esistenti con una tecnologia che, oltre ai notevoli benefici in termini ambientali, ha consentito di ridurre la potenza elettrica impegnata sul lungomare da 35 KW a 10 KW. – L’adeguamento a led delle lampare sul lungomare impegnava circa il 30% delle risorse di progetto. – Nelle dichiarazioni e censure, prive di ogni fondamento, diffuse in questi giorni in modo strumentale, non si fa cenno alcuno agli altri interventi, apprezzati dai cittadini e che, a parità di illuminamento, consentono in totale un RISPARMIO ECONOMICO DI CIRCA 11 MILA EURO ALL’ANNO sulla riduzione dei consumi energetici per la diminuzione della potenza degli organi illuminanti, e di circa 3 Mila euro sulla manutenzione e i costi di ricambio evitati. – Complessivamente il progetto comporta una risparmio economico annuale di circa 14 Mila euro con un beneficio ambientale di 45000 kg di anidride carbonica derivanti dall’aver evitato il consumo di circa 64.000 KWh.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta