SILA GRECA/VERSO PIANO MARKETING TERRITORIALE

I SINDACI: INIZIAMO A PARLARE LINGUAGGIO OTTIMISMO

FORMAZIONE, MONTESANTO: DAL TURISMO AI TURISMI

CARIATI (Cs), Giovedì 28 Febbraio 2019 – Formazione, marketing territoriale e sviluppo eco-sostenibile, costruire un brand ed una comunicazione turistica unitaria, coerente ed efficace per rafforzare e rilanciare l’appeal e l’incoming verso la SILA GRECA è finalmente possibile. Può rappresentare anzi una delle vie d’uscita alla stessa percezione diffusa di generale isolamento troppo spesso subita da questa area omogenea della provincia di Cosenza.

È con questi obiettivi che si è tenuta nei giorni scorsi una prima riunione operativa e di formazione dei sindaci del basso jonio cosentino finalizzata a condividere contenuti, metodi e strumenti per la costruzione ed adozione, per la prima volta nella storia di questo territorio, di un piano di marketing turistico integrato.

Promossa dal Sindaco di Cariati Filomena GRECO, nel suo ruolo anche di Presidente dell’Assemblea dei Sindaci SILA GRECA – TERRA BREZIA, l’iniziativa didattica, condivisa da tutti e 13 i comuni dell’area è stata impreziosita dall’articolato intervento di Lenin MONTESANTO, comunicatore, lobbista e formatore che ha condiviso con gli amministratori locali contenuti e strategie per un diverso posizionamento turistico del territorio.

A questa prima tappa, proficua e conviviale, alla quale per impregni concomitanti non hanno potuto partecipare tutti gli amministratori invitati, insieme alla GRECO che ha fatto gli onori di casa sono intervenuti anche i sindaci di Mandatoriccio Dario CORNICELLOaccompagnato dal vicesindaco Giovan Battista CHIARELLI, di Caloveto Umberto MAZZA, di Longobucco Giovanni PIRILLO, di Pietrapaola Pietro NIGRO, di Terravecchia Mauro SANTORO e di Calopezzati Franco Cesare MANGONE. Ha partecipato all’evento formativo anche l’architetto Francesca FELICE, responsabile del progetto NOSTOS – Rete degli alberghi diffusi.

Da una parte – hanno condiviso PIRILLO, CORNICELLO, MAZZA, SANTORO, NIGRO, MANGONE e GRECO – l’inimitabile patrimonio identitario di cui può godere questo territorio e, dall’altra, le troppe occasioni di sviluppo turistico mancato per quest’area della provincia di Cosenza, unitamente alle fin troppo note conseguenze di tagli e privazioni subite impongono oggi una inversione di tendenza radicale. Per interrompere prassi negative consolidatesi ed ambire invece a processi virtuosi e comparativi. A partire – è stato detto – dall’uso dello stesso linguaggio pubblico e dall’approccio al governo tanto delle emergenze quanto delle opportunità che i sindaci di questa zona – hanno convenuto gli amministratori – vogliono poter ispirare all’ottimismo ed alla esaltazione della bellezza della loro terra. Per attrarre, insieme, viaggiatori e turisti 365 giorni l’anno.

Soffermandosi sul valore e sulla oggettiva capacità attrattiva di quelli che nell’ambito dei suoi corsi di marketing territoriale egli individua, definisce e descrive come marcatori identitari distintivi (MID), MONTESANTO ha insistito sulla necessità che soprattutto gli amministratori pubblici locali facciano propria quella che ormai è una consapevolezza ampiamente ed internazionalmente riconosciuta nel settore: il passaggio dal turismo ai turismi. Partendo però – ha scandito il professionista, consulente in comunicazione strategica di diverse istituzioni e realtà aziendali – dalla definitiva presa d’atto degli evidenti errori di contenuto, metodo, target e prospettiva consumatisi in passato nella mancata governance locale e regionale di questa straordinaria opportunità di sviluppo.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta