Scuola: l’eccezionale prova delle mamme in tempi di Covid-19

Si è creata allora una simpatica e sincera collaborazione tra famiglie e scuole

Scuola

Da poche ore la scuola è finita. È stata davvero una grande prova. Unica in assoluto sul piano della storia scolastica per mezzo dell’improvvisa pandemia. 

Per tre mesi ogni giorno ci sono stati milioni di collegamenti di ogni tipo. In gran parte a connettersi in rete sono state le donne: mamme e docenti.

Si è creata in queste settimane una forte sinergia tra genitori, le nostre mamme, e le insegnanti. 

Le donne sono riuscite a sopperire ai tantissimi problemi sorti durante il lockdown pur di coinvolgere i ragazzi, abbandonati in un certo senso dal sistema scolastico. 

Non dimentichiamo che dalla sera alla mattina la scuola si è spostata in video e non è stato semplice per studenti e famiglie. 

Si è creata allora una simpatica e sincera collaborazione tra famiglie e scuole. Ai collegamenti in rete si sono aggiunte telefonate lunghissime tra docenti e mamme, finalizzate a tenere unite le comunità scolastiche. 

Dopo anni di incomprensioni questa volta è andata molto bene. Si è creata un’esemplare amalgama che servirà di sicuro nel prossimo futuro. 

Alle mamme e alle tante docenti bisogna riservare un sincero plauso. Infatti, sono state capaci di tenere in pugno il percorso educativo di milioni di studenti. 

Motivare quest’ultimi non è stato un’opera facile. La prova, tuttavia, è stata superata molto bene. Adesso c’è da riflettere sul futuro e su come migliorare l’intero processo. 

La ricchezza della partecipazione scolastica è senz’altro un’altra cosa. Ma è fondamentale avercela fatta. 

Tutto è servito a far crescere ciascuno sul piano dell’informatica a partire dalle mamme, che sono state capaci di superare, in modo perfetto, ogni tipo di difficoltà con la passione e il coraggio che le contraddistingue.

Nicola Campoli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta