SBARCO NAUFRAGHI, NO AD UNA NUOVA LAMPEDUSA BENE SOLIDARIETÀ,MA SERVE MAGGIORE ORGANIZZAZIONE SERO A TELEA1: DOTARE COMUNI DI RISORSE E STRUTTURE

SBARCO NAUFRAGHI, NO AD UNA NUOVA LAMPEDUSA BENE SOLIDARIETÀ,MA SERVE MAGGIORE ORGANIZZAZIONE SERO A TELEA1: DOTARE COMUNI DI RISORSE E STRUTTURE CARIATI, Sabato 26 Marzo 2011 – Sbarco a Cariati, no ad una nuova Lampedusa. Bene spirito di solidarietà, ma si può improvvisare: occorre maggiore organizzazione. Dotare i comuni delle risorse e delle strutture necessarie. È quanto ha sostenuto il Sindaco Filippo SERO, questa mattina ospite della trasmissione “Raccontami” condotta dalla giornalista Anna Patrizia PUGLIESE. Presso gli studi dell’emittente televisiva di TELE-A1, a Corigliano, insieme al Primo Cittadino cariatese, erano presenti anche l’Assessore alla Pubblica Istruzione e alle Politiche Sociali di Rossano Giuseppe Luigi CALIÒ, il Sindaco di Calopezzati Gennaro BIANCO e, in collegamento telefonico, Don Vincenzo MICELI – Direttore della Caritas di Rossano. SERO ha innanzitutto ringraziato quanti hanno fatto, letteralmente a gara, per soccorrere i naufraghi sbarcati a Cariati. Dai cittadini ai commercianti, dalle associazioni alla protezione civile, dalla Chiesa fino alle forze dell’ordine: l’emergenza è stata gestita, insieme, con fermezza, professionalità e umanità. “Non possiamo che apprezzare – ha detto il Sindaco – l’impegno di quanti hanno reso più semplice un evento altrimenti ingestibile. L’esigenza di una maggiore organizzazione delle comunità locali, supportate da quelle sovracomunali, deve prescindere però da questa bella prova di solidarietà, carità, fratellanza e partecipazione che la popolazione tutta ha positivamente superato. Occorre dotare le amministrazioni comunali di risorse economiche e strutture per l’accoglienza degli immigrati che crescono di numero, giorno dopo giorno. No a finanziamenti episodici. Le politiche dell’immigrazione devono essere sostenute con metodo”. “Raccontami”, la trasmissione di Tele-A1 del sabato mattina dedicata all’attualità, era stata anticipata dall’approfondimento informativo realizzato per raccontare, attraverso le immagini, gli istanti immediatamente successivi allo sbarco dei 25 naufraghi di nazionalità libica, lo scorso Mercoledì 23 Marzo, sulla costa cariatese.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta