Sbarco del 30 marzo 2016: Polizia di Stato e Guardia di Finanza arrestano cittadino somalo in possesso di passaporto contraffatto.

All’esito di prolungata attività d’indagine svolta in occasione dello sbarco di 323 cittadini extracomunitari di varie nazionalità, avvenuto alle ore 11.30 circa del 30 marzo 2016, presso il porto di questo centro, personale della Squadra Mobile unitamente ai militari della Guardia di Finanza –Unità Navale della Sezione Operativa Navale – di Crotone, nella serata di ieri, ha tratto in arresto il cittadino somalo ALINUR SHIRE Abdimahad e deferito in stato di libertà alla Procura dei Minori il cittadino somalo D.M.A. poiché sorpresi in possesso di passaporto contraffatto.

Nello specifico, gli investigatori, all’atto delle procedure di prima identificazione, avevano modo di notare che i passaporti forniti da due cittadini somali, entrambi dichiaratisi minorenni, presentavano delle anomalie tali da ritenere opportuno effettuare più approfondite verifiche.

Dall’attento esame dei documenti si accertava che sulla pagina indicante i dati anagrafici del titolare del passaporto era stata artatamente sovrapposta altra pagina, munita di apposita plastificazione, riportante le foto e le generalità dei fermati.

I due, al fine di accertare la loro reale età anagrafica, venivano, quindi, sottoposti ad appositi esami medici che stabilivano la maggiore età per l’ ALINUR SHIRE Abdimahad ed una età compatibile con gli anni 17 per D.M.A.

Per quanto sopra, sulla scorta delle risultanze investigative acquisite, ALINUR SHIRE Abdimahad veniva dichiarato in stato di arresto e tradotto presso la casa circondariale di Crotone a disposizione della competente A.G. mentre D. M. A. veniva deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minori di Catanzaro.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta