Sale a dieci il bilancio dei morti sul Pollino

All’appello manca anche una guida di Cerchiara

Pollino

Una piena improvvisa e devastante che ha portato morte e disperazione. Così superstiti e soccorritori raccontano quanto è accaduto oggi pomeriggio nelle gole del torrente Raganello a Civita, nel Pollino, in provincia di Cosenza.

Sono 10 al momento i morti accertati per l’ingrossamento del corso d’acqua che corre lungo la profonda gola e che ha portato le salme anche 3 chilometri più a valle.

Per molte ore incerto il numero dei dispersi, tra i quali si teme la presenza di bambini, in serata è giunta la Prefettura di Cosenza a dare un dato ufficiale: tre. Le ricerche continuano perché all’appello mancano altri escursionisti.

Ventitré invece sono le persone tratte in salvo: tra loro anche due minori, un bambino e una bambina. Quest’ultima è stata trasferita in ospedale a Cosenza in stato di ipotermia.

All’appello manca anche una guida di Cerchiara, un paesino poco distante dalle gole. Secondo quanto riferito dalla Prefettura, le persone rimaste coinvolte nell’ondata di piena facevano parte di due gruppi di 18 persone per un totale di 36.

La protezione civile regionale ha messo a disposizione il proprio numero verde 800-222211 per chiunque avesse notizie circa persone che potessero trovarsi nella zona di Civita al momento della tragedia del torrente.

Nicola Campoli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta