Ripristinate alcune corse Sibari-Metaponto: la lotta paga, ma è solo l’inizio. Fedele, Caputo e Gallo imbarazzanti.

Il ripristino di due coppie di treni nella tratta Sibari – Metaponto è una vittoria dei tanti cittadini che in questi mesi stanno lottando per il recupero della dignità dell’intero territorio e per il riconoscimento del diritto alla mobilità sulla costa ionica. Per questa lotta, tra le altre cose, quattordici cittadini sono stati denunciati con l’accusa di “interruzione di pubblico servizio” per aver fatto ritardare una delle carrette su binari messe a disposizione da Trenitalia per i cittadini della sibaritide. Un servizio è tale quando garantisce un diritto, non quando lo nega. Ad ogni modo si tratta di un passo significativo, perché inverte la rotta di dismissione del servizio ferroviario, ma assolutamente insufficiente. Lo stato delle ferrovie sulla costa ionica resta di assoluta inciviltà, ed è profondamente necessario che la regione ed il governo reinvestano in questo settore sul nostro territorio, ripristinando le tratte a lunga percorrenza e riaprendo le stazioni, aprendo una stagione di ammodernamento delle infrastrutture al meridione e riequilibrio tra nord e sud. Per questo la mobilitazione popolare sulle “ferrovie del far-west” non si arresterà, né con goffe denunce da parte delle aziende ferroviarie, né con briciole con cui accontentare la nostra gente. Lo precisiamo anche in relazione alle imbarazzanti dichiarazioni dell’Assessore Regionale ai Trasporti, Luigi Fedele, il quale ha dichiarato che grazie a questo ripristino si andrà ad “arricchire l’offerta di trasporto sul versante ionico”, tessendo tra l’altro le lodi dei consiglieri Gallo (UDC) e Caputo (PDL) che avrebbero contribuito a questo risultato. In pratica questa Giunta Regionale, con l’assenso dei consiglieri regionali del territorio quindi anche di Gallo e Caputo, ha permesso il taglio pressoché totale delle poche e obsolete corse presenti sulla tratta ionica, dopo di che tenta, piuttosto goffamente dobbiamo dire, di auto-glorificarsi per aver ripristinato una di queste corse-carretta. L’unico risultato conseguito da questa giunta regionale è aver consolidato la morsa del business del trasporto su gomma su tutta la Calabria, non tenendo una sola gara d’appalto per il trasporto pubblico locale come succede da ormai 12 anni, quindi in perfetta continuità anche con la giunta di centro-sinistra, e non investendo un solo euro nel trasporto pubblico reale e nella ferrovia. Si tratta dell’ennesima dimostrazione di irresponsabilità e strumentalità di questa classe dirigente. Teniamo alta l’attenzione ed il livello di mobilitazione per ottenere diritti e servizi per il nostro territorio e la nostra gente. Movimento TERRA e POPOLO – Rossano

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta