RIFIUTI VIETATA SOSTA A BUCITA

Emergenza rifiuti e allarme igienico sanitario, il sindaco Giuseppe ANTONIOTTI ordina il divieto di sosta sulle strade di accesso alla discarica di contrada Bucita. Il Primo Cittadino si è visto costretto ad adottare questa drastica decisione per la gravissima situazione di inquinamento determinata, a danno dei residenti di contrada Bucita e dell’intera città, dalla prolungata permanenza di camion carichi di rifiuti quotidianamente in fila verso l’ingresso all’impianto. ANTONIOTTI: in questa città, adesso decidiamo noi. Non il Commissario SPERANZA! Visto – si legge nell’ordinanza firmata pochi minuti fa – il rapporto della Polizia Municipale (n. 554/2013 del 21/01/2013) nel quale si evidenziano rilevanti criticità, inerenti la circolazione stradale sulla strada comunale di Contrada Bucita derivanti dalla sosta prolungata dei mezzi pesanti diretti in impianto; recepite le varie segnalazioni pervenute, con le quali molti residenti evidenziano i disagi creati alla circolazione: dalla sosta prolungata su entrambe le corsie di detta strada, da veicoli pesanti, da rimorchi sganciati dalla motrice, da container abbandonati con frequenti fenomeni di percolazione che incidono negativamente sulla sicurezza dell’utenza nonché sull’integrità ambientale sia rendendo viscido l’asfalto sia arrecando nocumento igienico anche ai residenti e proprietari terrieri della zona; tenuto conto – continua il testo dell’ordinanza – della conformazione della strada ad unica carreggiata con due corsie, delimitate da cunette poco manutenute, peraltro caratterizzata da dossi e da almeno due curve pericolose con la presenza nel tratto centrale di un ponte; ritenuto necessario ed opportuno vietare la sosta su entrambe le corsie della strada comunale di Contrada Bucita; (..) al solo fine di garantire la sicurezza stradale, la pubblica incolumità, il pacifico e regolare vivere delle persone e condizioni salubri di vita ai cittadini, il Sindaco – conclude il provvedimento – ha ordinato con decorrenza immediata di vietare la sosta (00,00 – 24) su entrambe le corsie di marcia della strada comunale di Contrada Bucita di accesso alla discarica. Gli Operatori del Corpo di Polizia Municipale, nonché gli altri Organi di Polizia Stradale sono incaricati della vigilanza per l’esatta osservanza della presenta ordinanza. Da settimane – dichiara il Sindaco – stiamo spiegando in tutti i modi l’insostenibilità ambientale della gravissima situazione venutasi a creare nella nostra Città. Ho ribadito in tutte le sedi e in tutti i modi – continua ANTONIOTTI – la urgente necessità di condividere una via d’uscita dall’emergenza in corso per accompagnare la costruzione, da tutti invocata, di un virtuoso ciclo integrato dei rifiuti. A tutt’oggi, tuttavia, Rossano che per decenni ha ricevuto e accolto indifferenziati di tutta la Calabria si vede costretta a subire, oltre al danno della spazzatura sulle strade anche la beffa sia di essere paradossalmente l’unica città a non poter abbancare i propri rifiuti, sia di sottoporre, a causa della crisi del sistema regionale dei rifiuti, una parte del suo territorio a serissimi danni ecologici. Ho quindi assunto la decisione di impedire lo scempio ambientale quotidiano in contrada Bucita interpretando le esigenze e la rabbia di tutti i rossanesi. Da questo momento in poi – conclude ANTONIOTTI – vista la impossibilità di riuscire a dialogare e confrontarci con tutto l’ufficio del commissario per l’emergenza ambientale, in questa Città decidiamo noi. Per correttezza – fa sapere in ultimo il Primo Cittadino – ho contestualmente informato i colleghi del territorio della decisione assunta.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta