RICERCA, CALIGIURI: LA CALABRIA GUARDA AVANTI. PARTE IL PROGETTO SULLA FILIERA DEL LEGNO.

“La Calabria in questi anni estremamente difficili ha compiuto importanti passi avanti nel settore strategico della ricerca”. E’ quanto ha affermato questa mattina l’Assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri intervenendo, in videoconferenza da Palmi (dove da oggi svolgerà la sua funzione istituzionale per il mese di luglio), alla presentazione del progetto europeo per valorizzare della filiera del legno e delle foreste in Calabria. Nell’occasione si e’ svolto il seminario “Per una filiera mediterranea della bioeconomia forestale”, tenuto presso la Sala stampa dell’Universita’ della Calabria a Rende e’ durante il quale e’ stato presentato il progetto “Ambi.Tec.Fil.Legno”, finanziato dal Ministero della Ricerca con i fondi riservati alla Regione Calabria. L’incontro e’ stato promosso dal Consiglio Nazionale delle Ricerche insieme all’Università “Mediterranea” di Reggio Calabria e dell’Università della Calabria. Il coordinatore scientifico del progetto e’ Giuseppe Scarascia-Mugnozza, dell’Università della Tuscia di Viterbo. Tra gli indirizzi di saluto previsti anche quelli dei Rettori dell’Universita’ della Calabria Gino Crisci e dell’Università “Mediterranea” di Reggio Calabria Pasquale Catanoso e del Direttore Generale dell’Assessorato regionale all’Agricoltura Giuseppe Zimbalatti. Per Caligiuri si tratta di uno dei primi progetti finanziati dal recente piano del Ministero della Ricerca che prende il via, coinvolgendo oltre trenta giovani laureati e decine di aziende del settore. L’Assessore ha inquadrato questa iniziativa nell’ambito delle politiche regionali sulla ricerca, illustrando i risultati ottenuti e le previsioni della programmazione europea 2014-2020. “Con i progetti sulla ricerca gia’ avviati nei prossimi due anni saranno oltre mille i giovani ricercatori calabresi che potranno contribuire allo sviluppo dell’intera regione”, ha ribadito Caligiuri.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta