rafforzare il dialogo istituzionale. i sindaci del basso ionio, si incontrano, a cariati.

Nel pomeriggio, di ieri, 6 febbraio i sindaci del basso Jonio cosentino si sono incontrati nel palazzo municipale di Cariati. Alla riunione, indetta per iniziativa comune, hanno partecipato, oltre al Sindaco di Cariati e a Leonardo Trento, i sindaci o delegati di Bocchigliero, Campana, Cropalati, Crosia, Mandatoriccio, Paludi, Pietrapaola, Scala Coeli, Terravecchia. Assenti, per impegni sopraggiunti, i sindaci di Calopezzati, Caloveto e Longobucco. I sindaci, cogliendo il disagio delle loro comunità per la sempre più accentuata marginalizzazione del territorio, hanno unanimemente manifestato la volontà di rafforzare il dialogo istituzionale che ha caratterizzato la loro azione negli ultimi anni sulle problematiche più urgenti del territorio. L’obiettivo è quello di compiere un salto di qualità costruendo un vero e proprio sistema dei Comuni del basso Jonio cosentino, che li metta in costante rapporto e che, nel contempo, crei i presupposti necessari per un confronto adeguato con le istituzioni sovracomunali non solo sulle tante contingenze ed emergenze (rifiuti, viabilità, dissesto idrogeologico e ambientale, spopolamento, sanità, giustizia, etc.) ma anche e soprattutto su un progetto comune di sviluppo strutturale del territorio. La prospettiva, evidentemente, non è soltanto politica ma è anche di razionalizzazione dell’impiego delle limitate risorse dei bilanci comunali attraverso la costruzione di un sistema comune di servizi che non escluda l’approdo ad una vera e propria Unione dei comuni; nel contempo essa si dovrà realizzare anche attraverso azioni collettive e unitarie per l’intercettazione e l’impiego razionale e coordinato dei fondi della programmazione UE 2014-2020, compresi quelli di diretta gestione europea, oltre a quelli governativi. Affrontare le tante emergenze non dovrà impedire una pianificazione e un’azione tese allo viluppo razionale e sostenibile del nostro territorio, coerente con le sue potenzialità, da quella più evidente del turismo a quelle tradizionali dell’agricoltura, della pesca e del loro indotto. Il risultato che ci si propone è ambizioso ma non impossibile se perseguito con determinazione e con coesione. Anche ad emblema della necessaria coralità dell’impegno messo in campo si è, quindi, stabilito di rendere sistematici gli incontri dell’Assemblea dei sindaci e di tenerli, a rotazione, in tutti i Comuni aderenti. Comunicato stampa del 6/02/2015 Filippo Sero – Sindaco di Cariati

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta