Questione potabilità acqua, dichiara Dell’Anno (Ufficio tecnico): Abbiamo effettuato tempestivamente, tutti i necessari interventi

“L’acqua è già potabile”, lo ha dichiarato in maniera ufficiosa il responsabile dell’ufficio tecnico comunale di Cariati, geometra Antonio Dell’Anno, sollecitato dal corrispondente della Gazzetta del Sud. La problematica, dunque, è in via di risoluzione, si è soltanto in attesa dell’ufficialità delle analisi da parte dell’ARPACAL che dovrebbero pervenire quanto prima. La delicata problematica ha avuto inizio il 17 luglio scorso con l’emanazione dell’ordinanza sindacale n.16 che vietava l’uso del prezioso liquido per il consumo umano nelle suddette zone della cittadina: Fuori Porta Pia, Vignola, Cariati Centro, Scoglio, Sotto Le Mura, Via Provinciale, Via Carrera, SS 108 Ter, Via Como e Piazza dei 500 dove, in base ai prelievi dell’ASP di Cosenza è stata rilevata la presenza di coliformi oltre i limiti di legge. A causare l’inquinamento sono stati i microorganismi ubiquitari presenti nel terreno che parte dalla località Varco, lungo il tratto di condotta servito dall’acquedotto Lese, gestito dalla Sorical, sul quale si è verificato una rottura. Sulla incresciosa tematica che sta tenendo nella più viva preoccupazione la comunità cariatese ed i turisti, abbiamo voluto sentire il responsabile dell’ufficio tecnico comunale. “Abbiamo effettuato tempestivamente, ha puntualizzato il geometra Dell’Anno, tutti i necessari interventi di verifica e bonifica per l’intera rete idrica del territorio cariatese; si è poi proceduto all’effettuazione per autocontrollo di nuove analisi che hanno riscontrato nuovamente la potabilità dell’acqua, ma attendiamo ora anche l’ufficialità delle analisi da parte dell’ARPACAL e subito dopo richiederemo al sindaco la revoca dell’ordinanza interdittiva”. Con la prossima prevedibile revoca dell’ultima ordinanza, precisamente la n.16 del 17 luglio scorso, che potrebbe avvenire da un momento all’altro, si spera di dare continuità ad una stagione estiva che al momento non si presenta eccessivamente calda dal punto di vista climatico, ma alquanto rovente sotto tanti altri aspetti.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta