PROROGA SCADENZA REGOLAMENTO TARI: OPPORTUNITÀ PER I COMUNI DI RIDURRE LE TARIFFE

Grazie all’emendamento approvato in Senato, le amministrazioni comunali avranno tempo fino al 20 luglio per rivedere le aliquote TARI, offrendo ai cittadini la possibilità di una riduzione delle aliquote

Roma, mercoledì 19 giugno 2024 – La Commissione Bilancio al Senato ha approvato un emendamento significativo proposto dal gruppo Fratelli d’Italia (FdI), che proroga la scadenza per l’adozione del regolamento TARI (tassa sui rifiuti) dal 30 giugno al 20 luglio. Il senatore Ernesto Rapani ha sottolineato l’importanza di questo provvedimento per le amministrazioni comunali e i cittadini.

«Questo emendamento rappresenta una valida occasione per i comuni in cui si è votato nell’ultima tornata elettorale di rivedere le aliquote TARI con una riduzione a beneficio dei cittadini», ha dichiarato il senatore Rapani. «La proroga è stata pensata per dare la possibilità alle nuove amministrazioni, che si devono ancora insediare, di avere il tempo materiale necessario per rivedere il regolamento TARI».

La misura offre una finestra di opportunità strategica per i comuni, consentendo loro di adeguare le tariffe TARI in modo più equo e mirato. In particolare, si prevede che questo possa tradursi in una riduzione dei costi per i cittadini, soprattutto in quelle realtà dove è stata implementata con successo la raccolta differenziata spinta, che sta già dimostrando buoni risultati.

«Rivedere le aliquote TARI potrebbe essere una misura di grande sollievo per molte famiglie», ha continuato Rapani. «Soprattutto in un periodo in cui i costi della vita continuano a salire, è fondamentale che le amministrazioni comunali possano intervenire per alleggerire il carico fiscale sui cittadini. La raccolta differenziata, che sta funzionando bene in molte aree, potrebbe essere uno dei fattori chiave per giustificare una riduzione delle tariffe».

Il senatore ha inoltre evidenziato come questa proroga offra una possibilità concreta per le amministrazioni di analizzare con attenzione i dati e gli effetti delle politiche di gestione dei rifiuti già attuate, al fine di ottimizzare ulteriormente il servizio e ridurre i costi.

L’iniziativa rappresenta un chiaro esempio di come interventi legislativi mirati possano avere un impatto diretto e positivo sulla vita quotidiana dei cittadini, promuovendo al contempo pratiche di gestione dei rifiuti più sostenibili ed efficienti. Il senatore Rapani ha concluso esprimendo la speranza che le amministrazioni comunali sappiano cogliere appieno questa opportunità per il bene delle loro comunità.

Ufficio Stampa

Print Friendly, PDF & Email

Views: 58

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta