Problematiche del territorio. In questo mese una grande mobilitazione.

servirà a riportare l’attenzione sui diritti negati da troppo tempo

Si è riunito ieri, 31 gennaio, il tavolo permanente territoriale sulle problematiche del territorio del basso Ionio cosentino costituito su iniziativa del movimento civico Cariati Unita nello scorso mese di dicembre.

In particolare, i partecipanti hanno stabilito di organizzare nel mese di febbraio una grande mobilitazione territoriale che servirà a riportare l’attenzione sui diritti negati da troppo tempo ai cittadini di questa parte disastrata della Calabria.
Infatti, i problemi della negazione della Sanità e del diritto alla Salute nel basso ionio cosentino e della assurda approvazione, da parte della Regione Calabria, dell’ampliamento della discarica di Scala Coeli, sono gli argomenti che sui quali sin da subito il tavolo permanente si attiverà.
Si è stabilito di coinvolgere tutte le forze sociali e istituzionali del territorio ad iniziare da quelle scolastiche che saranno incontrate nel corso della prossima settimana.

I partecipanti hanno ribadito di coinvolgere al tavolo permanente tutti quei cittadini che ritengono non più tollerabile lo stato di abbandono politico istituzionale del territorio del basso Ionio.
Pertanto, auspicano la partecipazione sempre più numerosa di quanti non intendono più accettare questo stato di cose.

Il tavolo permanente tornerà a riunirsi nei prossimi giorni per sensibilizzare tutte le Comunità del basso Ionio cosentino ed organizzare al meglio la manifestazione di mobilitazione territoriale.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta