PERRI: MINORANZA IN MALA FEDE SI CHIEDA SCUSA AD ASSUNTA TRENTO

TEATRO, SI CHIEDA SCUSA AD ASSUNTA TRENTO PERRI: MINORANZA IN MALA FEDE SERO, CRITELLI E COSENZA VENGANO A RITIRARE ABBONAMENTI CARIATI (CS), Giovedì 11 Febbraio 2010 – I consiglieri di opposizione chiedano scusa ad Assunta TRENTO. Fino a quando il nostro Teatro non riuscirà a essere una creatura matura, ed a regime, avrà bisogno di tutti e soprattutto di tanto volontariato. La costituenda commissione, in una prima fase, dovendo reperire personale disponibile e qualificato, per snellire l’operatività ed i problemi organizzativi, potrà avvalersi del supporto dell’avvocato TRENTO. In via provvisoria, fungerà da collettore delle istanze della commissione facilitando i rapporti con l’Esecutivo. Il ruolo dell’avvocato TRENTO è solo questo: dare risposte tempestive alle diverse istanze, ivi comprese le prenotazioni per l’utilizzo del Teatro da parte delle numerose scuole d’arte. – È quanto dichiara e spiega l’Assessore alla Cultura Cataldo PERRI. “Il nostro comune – aggiunge il Vicesindaco – contribuisce, per sette eventi teatrali di grande qualità, con appena diecimila euro. Solo uno spettacolo costa quanto il nostro contributo complessivo per l’intera stagione teatrale. Nell’attesa di finanziamenti sovra-comunali, diventa pertanto strategico fruire di una campagna abbonamenti efficace. Questo obiettivo è stato recepito dalle associazioni che, in tal senso, hanno confermato il loro impegno. Con i dirigenti scolastici – continua – abbiamo condiviso l’importanza delle rappresentazioni teatrali anche per le scuole. Sono state indicate già tre proposte operative in questa direzione. La commissione per il teatro, che sarà composta dai rappresentanti delle associazioni, sarà formalizzata nella prossima riunione. Si riunirà quattro volte l’anno ed esprimerà suggerimenti per l’istituendo regolamento di utilizzo della struttura polivalente. Darà inoltre indicazioni utili per mantenere viva e prolifica questa risorsa straordinaria per Cariato e per tutto il territorio. In ultima analisi, in questo modo sanciremo ulteriormente la natura pubblica e socialmente partecipata del nostro Teatro cittadino. L’Avv. TRENTO, in questa cornice, si è soltanto caricata la croce di verificare e risolvere i molti problemi tecnici che preesistono agli allestimenti degli eventi teatrali, verificando di tutto e di più: dal carburante per il riscaldamento, per fare qualche esempio, alla fornitura Enel, al decoro delle sale, spettacolo dopo spettacolo, ad eventuali mancanze e dettagli nel camerino per gli artisti. Assunta TRENTO non solo non costa un euro al Comune ma addirittura recuperato gli unici due sponsor attuali per il Teatro. Tutto ciò, l’Avv. TRENTO fa solo per amore verso il proprio paese. Mi auguro – conclude l’Assessore alla Cultura PERRI – che i consiglieri Mario SERO, Tommaso CRITELLI e Rita COSENZA, invece di sbraitare alla luna e di avventurarsi in congetture al limite della calunnia, sentano il dovere e la responsabilità di chiedere scusa ad Assunta Trento, venendo piuttosto a ritirare un po’ di abbonamenti, aiutandoci nella campagna. Perché di questo ha bisogno Cariati , della cultura del fare, non di farneticazioni offensive ed autolesionistiche”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta