Nuova Giunta Regione Calabria. CUFARI: sapranno dare le risposte che i calabresi attendono.

Cufari: “Sono certo che sapranno iniziare sin da subito a dare le risposte che i calabresi attendono e dare quello slancio necessario per far ripartire l’economia regionale dopo la crisi generata dal COVID19.”

L’On. Santelli, presidente della Regione Calabria ha finalmente annunciato la nuova giunta, una notizia, che in questo delicato momento per tutto il Paese, è fondamentale per iniziare ad operare nel supporto soprattutto delle imprese e del comparto agricolo regionale.

“Voglio fare un augurio di buon lavoro a tutti i nuovi assessori regionali – dichiara Francesco Cufari, Presidente della Federazione dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Calabria – sono certo che sapranno iniziare sin da subito a dare le risposte che i calabresi attendono e dare quello slancio necessario per far ripartire l’economia regionale dopo il blocco che tutti stiamo vivendo a causa del COVID19. Credo che nell’interesse di tutti i calabresi sin dalle prime ore questa nuova giunta debba dare delle risposte e, soprattutto, dimostrare capacità di visione e grande unità d’intenti.”

“Mi voglio soffermare solo per ambito di appartenenza – continua Cufari – con due parole in più, sulla nomina del nuovo assessore all’agricoltura, On. Gianluca Gallo. Una persona che ha sempre mostrato grande capacità di dialogo e di ascolto, con un modus operandi qualificato dalla concordia e dalla collegialità, spero che sappia portare questi suoi valori anche nell’azione di assessore regionale, e che molto presto voglia anche prendere in mano le proposte che abbiamo lanciato in campagna elettorale, perché a nostro avviso da quelle proposte possono giungere grandi benefici al comparto agricolo, boschivo e ambientale in genere della nostra regione. Noi, come sempre, come categoria professionale restiamo disponibili a qualsiasi confronto e coinvolgimento per favorire una Calabria più green, resiliente al cambiamento climatico e con un’agricoltura sempre più sostenibile e a basso impatto ambientale.

18 Marzo 2020

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta