Non si voterà a Cassano all’Ionio, Isola di Capo Rizzuto e Petronà

Il Consiglio dei ministri ha deliberato la proroga per sei mesi dello scioglimento dei Consigli comunali

Il Consiglio dei ministri ha deliberato la proroga per sei mesi dello scioglimento dei Consigli comunali di Cassano all’Ionio (CS), Isola di Capo Rizzuto (KR) e Petronà (CZ), già sciolti per condizionamenti da parte della criminalità organizzata.

Non si andrà quindi al voto il 26 maggio ad Isola Capo Rizzuto come si pensava.

Infatti, considerando che lo scioglimento del Consiglio comunale era avvenuto il 27 novembre 2017 e la commissione straordinaria aveva un mandato di 18 mesi che sarebbe scaduto proprio a maggio.

La decisione di Palazzo Chigi è stata presa “in considerazione della necessità di completare l’azione di ripristino dei principi di legalità all’interno delle amministrazioni comunali”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta