Minoranze al Prefetto: Nelle vostre mani è il destino di oltre 8.000 abitanti che chiedono da più tempo il Vostro intervento.

Infuria sempre di più la polemica politica nella cittadina di Cariati a causa delle due sedute consiliari andate deserte per l’assenza di tutti i consiglieri della maggioranza. L’opposizione non ci sta all’impasse della maggioranza e lancia un nuovo accorato grido d’allarme.” Abbiamo assistito al funerale della democrazia, non vi è più maggioranza nel Comune di Cariati e tutto questo avviene nella completa indifferenza delle Istituzioni sovra comunali”, puntualizzano all’unisono i quattro rappresentanti della minoranza Francesco Cosentino, Mario Sero, Filomena Greco e Tommaso Critelli. Contemporaneamente la minoranza con nota scritta informano di quanto avvenuto il prefetto di Cosenza,il Presidente della Repubblica, il Ministro dell’Interno nonché il Procuratore della Repubblica di Castrovillari, denunciando anche l’operato del presidente del Consiglio comunale Cataldo Minò, non rispettoso, a parere della minoranza,delle regole dello Statuto Comunale ed in particolare dell’art.21 comma 9, che recita che nessuna proposta può essere sottoposta all’esame del Consiglio se la documentazione relativa ai punti da discutere non è depositata in segreteria contestualmente alla redazione dell’ordine del giorno. Documentazione resa possibile solo il giorno antecedente la seconda convocazione, cioè il sette ottobre, ma priva del parere del Revisore dei Conti. Rivolgendosi direttamente al Prefetto la minoranza conclude:”Nelle vostre mani è il destino di oltre 8.000 abitanti che chiedono da più tempo il Vostro intervento affinchè si ponga fine alla morte di un intero territorio”. Duro il giudizio esternato dal capogruppo consiliare dell’UDC. “E’ alquanto grave e sicuramente non degno e rispettoso del mandato elettorale ed amministrativo. Afferma Francesco Cosentino, che i cittadini di Cariati hanno dato all’attuale maggioranza comunale, constatare l’assenza di tutti i componenti della stessa nell’ultima seduta del Consiglio Comunale, peraltro già andata deserta in prima convocazione e che prevedeva temi vitali per la nostra cittadina e per l’Ente comunale stesso, quali il Piano di Riequilibrio Pluriennale e la situazione degli LSU-LPU. E’ ormai palese che il Comune di Cariati, ormai da tempo, non ha più una maggioranza, né una valida guida politica ed amministrativa, oltre che una giunta capace di governare ed adottare provvedimenti nell’interesse dei cittadini di Cariati. Tutto ciò, conclude Francesco Cosentino, è scandaloso, indegno e rappresenta l’ennesimo insulto alla democrazia ed alla cittadinanza”. All’ultimo momento apprendiamo che il Presidente del Consiglio ha convocato l’Assise per il 16 ottobre in prima seduta e per il 25 in seconda convocazione.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta