La Cariatese vince 2 a 0, contro lo Scandale; ma senza convincere.

Marcatori : 6’ Patera, 82’ Tedesco Danilo Cariatese : Calarco 6,5, Graziano 6, Caniglia 6 (dal 46’ Sero 6), Fazio 6, Cosentino Cataldo 6, Risoleo 7, Patera 7 (dal 68’ Russo Angelo), Tedesco Antonio 6, Marino 4 (dall’83’ Pirone s.v.), Tedesco Danilo 7, Astro 8. All: Cosentino Antonio. Scandale : Varano 7, De Vona 6,Borda 6, Curato 6, Lumare 6, Ceravolo 6, Marino 6, Gresi 7, Lucanto 6 ( dall’83’ Scalise Antonio s.v.), Rullo 4, Artese 5 ( dall’80’ Scalise Cristian s.v.). All: Carvelli-Montesano. Arbitro : Bruno Giuseppe 6,5 di Rossano Note : Espulsi al 32’ Rullo per comportamento irriguardoso, all’82’ Marino per doppia ammonizione. La Cariatese vince, ma senza convincere, disputando, dopo la splendida vittoria di domenica scorsa conseguita ai danni del Petronà, una gara abulica e particolarmente priva di qualsiasi costrutto. Il collettivo di mister Antonio Cosentino è incappato in una giornata negativa,che ha lasciato l’amaro in bocca ai propri tifosi.Per sua fortuna la compagine ospite dello Scandale non ne ha saputo approfittare, dando spazio ad una gara ostica ed aggressiva.Patera e compagni, pur predominando nel possesso palla, non sono mai riusciti ad esprimere un gioco piacevole e corale all’altezza delle loro vere potenzialità. L’ingresso in campo del giovanissimo Fausto Sero,del tornate Angelo Russo e del roccioso difensore Pirone non hanno migliorato il gioco dei locali,incappati in una giornata negativa. Una giornata grigia e non piacevole quella dei ragazzi di mister Antonio Cosentino, ma va segnalata l’ottima prestazione del fluidificante Astro, il migliore dei 22 in campo,che ha dato sfoggio delle sue ottime qualità tecniche. Lo Scandale ha faticato alquanto ad opporsi alla compagine di casa evidenziando sin dall’inizio un gioco basato prettamente sull’agonismo.Il solito Varano ed il centrocampista Grisi i migliori degli ospiti.Sicura ed oculata la direzione del rossanese Giuseppe Bruno.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta