Il borgo antico ricco della sua armoniosa storia. Si potrebbe istituire un premio letterario.

IMG NICOLA CAMPOLI 10-7-2016Gentile Sindaco, Cari Assessori e Consiglieri,

da tempo ho un sogno che matura dolcemente con il passare degli anni e con la conoscenza sempre più approfondita e inedita del brillante passato di Cariati.

Non mi perdo in chiacchiere. Vengo subito al dunque.

Il borgo antico ricco della sua armoniosa storia, così come è stata raccontata più volte in modo sapiente e affascinate dagli studiosi locali, si presta a costruire a piccoli passi l’istituzione di un premio letterario.

Già mi immagino la Vostra reazione. 

Tanti altri sono i problemi da risolvere che forse in questo momento c’è altro cui pensare. Non è certamente mia intenzione distogliere la Vostra attenzione dalle priorità più immediate, ma assolutamente provo a stimolare il Vostro operato anche verso un futuro di cultura per Cariati, già presente nelle Vostre corde.

Ci sono tutte le condizioni per realizzare un tale progetto attorno al quale alimentare la filiera turistica culturale, che significa anche impreziosire Cariati e ricavarne un filone economico. Sempre nel medio e lungo termine.

Nella nostra epoca di declino dell’industria e di scomparsa di tanti esercizi commerciali, le attività culturali, in particolare nei piccoli centri, unitamente alle tecnologie della comunicazione, sono diventate creatrici di posti di lavoro.

Quello cui penso è un concorso letterario che punti a valorizzare racconti, che riecheggiano un tempo passato, ambientati nei centri storici. In più, alimentare dal basso la valorizzazione di micro storie ad iniziativa delle nuove generazioni.

Un connubio tra scrittori già affermati e giovani del posto che hanno il piacere di cimentarsi in un arte a dir poco unica e di grande significato: la scrittura della memoria storica. Un modo semplice per appassionare i ragazzi cariatesi alla storia intrigante del loro Paese.

Il desiderio è creare un evento culturale annuale che possa toccare gli animi e la sensibilità di molti, grazie alle modalità del linguaggio letterario.
Accanto all’idea stimolante e ambiziosa di promuovere la letteratura sarebbe interessante realizzare un’operazione di sensibilizzazione culturale ai temi del territorio, in particolare quelli legati alla storia del centro storico di Cariati.

Il collante che deve unire i protagonisti del progetto è  l’amore per i piccoli borghi antichi, patrimoni inesauribili, che rappresentano per fortuna motivo di importanti valori di vita che dal passato si ribaltano nel presente.

Ciò contribuirà a intensificare la passione sociale e civile, rispetto a un sempre più preoccupante ripiegamento individuale. E a recuperare spazi sociali anche in piccoli contesti quanto Cariati.

Del resto, servono sempre più comunità di vita e di sentimenti. Per riuscirci simili progettualità aiutano costruirle.

Nicola Campoli

 

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta