I rappresentanti della minoranza, tornano con più vigore sulle diverse problematiche che attanagliano la comunità cariatese.

I rappresentanti della minoranza, particolarmente insoddisfatti per lo stato di degrado morale e civile che la cittadina sta vivendo, tornano con più vigore sulle diverse problematiche che attanagliano la stessa vivibilità della comunità cariatese. Ripercorrono le diverse tappe della questione della società incaricata della riscossione dei tributi, La SOGEFIL, che non avrebbe rimesso all’Ente Comunale circa cinque milioni di euro, costringendo, così, l’Amministrazione Comunale a dichiarare in sedita consiliare il Pre Dissesto. Ad avviso dell’opposizione con il danaro sotratto al Comune da parte della società incaricata si sarebbe potuto almeno offrire alla comunità cariatese i diversi servizi in maniera dignitosa. “ Il sindaco Filippo Sero se l’è fatta sotto quando si trattava di denunciare la Sogefil alla magistratura, ed ora, afferma Mario Sero, il primo cittadino, con l’intera maggioranza, ha chiesto il Pre Dissesto pilotato, un escamotage per salvare le poltrone, ma che aumenta a dismisura, circa tre volte, i relativi tributi. Noi della minoranza, comunque, continueremo nella nostra decisa azione di denuncia, avvalendoci di tutti gli strumenti democratici, per poter, una volta per sempre, estirpare la mala pianta dei sette irresponsabili al governo civico” Il capogruppo di Cariati nel Cuore non si frena più ed accentua tutta la sua amarezza interna puntualizzando che “ il sindaco e la sua maggioranza tengono in scacco un’intera collettività” una stoccata finale Mario Sero non la risparmia affatto, quando asserisce “Al fine di uscire da questo disastroso stallo politico ed amministrativo, conclude Mario Sero, sarebbe auspicabile una “primavera di Cariati”, per estirpare dall’Ente Comunale i sette irresponsabili che detengono il Governo civico”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta