Grande successo, in campania, per i ragazzi dell’associazione Nella Ciccopiedi.

Sabato 21 novembre, si è tenuta a Visciano la prima serata della rassegna teatrale Vulcanicamente premio PAD e, con grande ospitalità, il compito di inaugurare la carrellata di spettacoli, è stato affidato alla compagnia teatrale L’Arcobaleno dell’associazione Nella Ciccopiedi di Cariati con la commedia di E. Scarpetta “mettiteve affà l’ammore cu mme”. Senza dubbio non era impresa facile recitare in terra campana e per di più ad una rassegna teatrale con compagnie campane, una commedia che in origine nasce in dialetto napoletano, ma che la compagnia Nella Ciccopiedi, come da abituale scelta artistica, traduce in italiano. Ma la scommessa è stata vinta dai ragazzi cariatesi, che hanno riscosso un grande successo. Applausi, risate e complimenti del pubblico e della giuria presente in sala. Perché non bisogna dimenticare che, per ora, la compagnia teatrale Nella Ciccopiedi porta a casa tanta soddisfazione, orgoglio e un attestato di partecipazione, ma nulla toglie che alla fine della rassegna ci possa scappare anche uno dei premi previsti. Gli amici di Visciano hanno contraccambiato l’ospitalità e l’accoglienza ricevuta qui a Cariati nella settimana precedente, i due gruppi hanno così consolidato il loro gemellaggio artistico, ma, cosa più importante hanno stretto un bellissimo rapporto di amicizia e conoscenza. In questo momento storico è veramente importante costruire e non distruggere, sorridere e non disperare, crederci e non rassegnarsi. È ciò che questi gruppi, che uniscono soggetti, generazioni e culture diverse, dimostrano a tutti. La passione comune, i sacrifici e un pizzico di sana follia stanno superando le difficoltà e la diffidenza che inizialmente potevano sembrare insormontabili. Il prossimo appuntamento è al Teatro Comunale di Cariati il 26 dicembre con una nuova, grande e bellissima scommessa: “Miseria e Nobiltà” sempre di E. Scarpetta, commedia molto nota e amata da tutti. Forza ragazzi, continuate a sorprenderci!

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta