Grande partecipazione e relatori di alto livello, al corso di formazione cardiologica tenuto ieri a Cariati.

E’ stato molto apprezzato il corso di formazione “Incontri cardiologici sullo Ionio” per medici e infermieri, organizzato, venerdì e sabato scorso, dalla Cardiologia del distretto sanitario-CAPT di Cariati. L’evento scientifico si è tenuto nella sala studi del palazzo della Lega Navale, nell’area portuale di Cariati, con la partecipazione di circa cinquanta tra relatori, moderatori e discussant, in rappresentanza di tutte le strutture cardiologiche della Calabria, tra i quali: Francesco De Rosa, Gianfranco Misuraca e Mario Chiatto di Cosenza, Salvatore Pirelli direttore della Cardiologia di Cremona, Alessandro Ferraro emodinamista di Catanzaro, Michele Musolino primario di Locri, Enzo Montemurro di Scilla e Daniele Maselli direttore della Cardiochirurgia del Sant’Anna Hospital di Catanzaro. Hanno frequentato il corso oltre centoiscritti, provenienti dalle provincie di Cosenza e Crotone. Nei due giorni di lavori sono stati trattati e approfonditi argomenti di estrema attualità medico-scientifica, inerenti alle problematiche emergenti nell’ambito della cardiopatia ischemica cronica. “L’evento scientifico celebrato – ci ha dichiarato il dr. Nicola Cosentino, dirigente responsabile della cardiologia di Cariati – si pone nel solco dell’attività formativa e informativa, oltre che clinica e sanitaria, che da oltre 20 anni stiamo svolgendo nel nostro territorio. Siamo, infatti, convinti, che una buona medicina, non possa prescindere da un’opera costante di aggiornamento. Gli Incontri cardiologici sullo Ionio – ha continuato il dr. Cosentino – nella suggestiva e azzurra cornice del mare cariatese, hanno avuto come filo dominante momenti di scambio di esperienze tra varie realtà cardiologiche regionali e nazionali. Due giorni, insomma, in cui, il mar Jonio di Cariati, com’è nella sua più antica tradizione, è tornato ad essere crocevia di culture e civiltà”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta