Forza Siderno!! Forza Sindaco Fragomeni!!

E’ palese che l’amministrazione si trovi sotto tiro

Tutti dobbiamo stringerci in un forte abbraccio, fisico e virtuale, attorno all’ottimo Sindaco di Siderno, Mariateresa Fragomeni, e all’intera città reggina per le nuove e inaccettabili vili minacce ricevute dalla nuova amministrazione comunale in questi suoi primi giorni di vita.

Il nuovo corso della governance Fragomeni è appena iniziato, dopo la tornata elettorale dello scorso ottobre. Siderno non può assolutamente tornare indietro nel buco nero del passato, ma merita un futuro lontano da intimidazioni, violenza e criminalità. Bisogna schiacciare, quindi, sul nascere ogni istinto criminale per assicurare ai sidernesi una prospettiva di legalità e trasparenza.

A poco più di un mese dalle elezioni a Siderno si sono già verificati diversi atti intimidatori contro la nuova amministrazione comunale. La ‘ndrangheta sta cercando, infatti, in tutti i modi di imporsi e far capire chi comanda sul territorio. Serve allora una reazione corale dello Stato. Il Sindaco e gli amministratori di Siderno devono sentire al loro fianco il peso e la grande forza dello Stato, perché il cambiamento non verrà arrestato.

L’escalation di attacchi criminali di cui è vittima la comunità, fin dall’insediamento della nuova amministrazione comunale, preoccupa abbastanza per la tracotanza con cui si ripetono, affinché la città torni presto a respirare attraverso una gestione sana e trasparente. Nelle ultime settimane sono stati incendiati due mezzi del Comune, parcheggiati nel deposito e sono state bruciate le auto di un consigliere comunale e una busta con all’interno un proiettile è stata lasciata sul davanzale dell’ufficio elettorale.

E’ palese che l’amministrazione si trovi sotto tiro, ma chi si nasconde dietro questi atti vigliacchi non può e non deve intimidire, perciò attendiamo con fiducia che la magistratura e le forze dell’ordine faranno chiarezza in ordine a questi episodi criminali, assicurando alla giustizia chi tenta di minare la legalità e la sicurezza. L’obiettivo comune di tutti, Istituzioni e cittadinanza, è quello di liberare tutta la Locride da quella parte marcia e velenosa che ha infangato la storia di un territorio dalla bellezza affascinate e impareggiabile.

Ricordare la vile escalation richiama la necessità di resistere sempre alle intimidazioni della criminalità opponendosi a logiche compromissorie e all’indifferenza, che minano le fondamenta dello stato di diritto. Vanno quindi rinnovati e alimentati i sentimenti di sensibilità e solidarietà nei confronti degli amministratori comunali di Siderno.

Nicola Campoli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta