EMERGENZA COVID-19, iGRECO: A DISPOSIZIONE 120 POSTI LETTO

Documento inviato alla governatrice Santelli, al commissario dell’Asp di Cosenza, al commissario dell’ospedale dell’Annunziata, al dg Belcastro e al commissario Cotticelli

Subito 120 posti da mettere a disposizione del servizio sanitario nazionale nonché personale medico e paramedico. Così, in un documento inviato ai vertici della Regione e della sanità calabrese e della provincia di Cosenza, il gruppo iGreco, impegnato attivamente nel campo della sanità convenzionata. Gruppo che scende in campo in questo drammatico momento “pandemico” causato dal virus Covid-19. «Sentiamo il dovere morale e professionale – si legge in una nota – di essere in prima linea per contribuire a combattere la drammatica battaglia contro il coronavirus a fianco delle strutture pubbliche. Per questa ragione – si legge ancora – confermiamo il nostro impegno a mettere a disposizione del servizio sanitario nazionale il nostro personale medico e paramedico e 120 posti letto». 120 posti letto che il gruppo ha così poi specificato nel dettaglio, come disponibilità, nello stesso documento inviato ai vertici della Regione e della sanità. «60 posti letto (attualmente autorizzati per riabilitazione estensiva) situati all’interno del plesso ex Madonna della Catena, a Dipignano. Altri 60 posti letto all’interno dell’intero plesso ospedaliero ex La Madonnina, a Cosenza. Posti letto attualmente autorizzati e accreditati per acuti, chirurgia, ortopedia, traumatologia e otorinolaringoiatria. Posti letto, giova sottolinearlo, tutti dotati di impianto di ossigeno e vuoto. Questa struttura – fa ancora presente il gruppo – potrà essere utilizzata, oltre che per combattere direttamente il Covid-19 (sub intensiva, etc), anche come supporto agli ospedali pubblici relativamente alle attività per le quali è già autorizzata e accreditata». Infine, ribadisce il gruppo iGreco, «tutto il personale sanitario e parasanitario è a disposizione per qualsiasi evenienza. Solo tutti insieme possiamo superare questo momento drammatico che sta mettendo a dura prova il Paese».

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta