Cosenza: sessanta medici di famiglia posti in autotutela

Circa sessanta medici di base sono stati posti in quarantena dopo aver avuto contatti con un informatore farmaceutico

Circa sessanta medici di base sono stati posti in quarantena dopo aver avuto contatti con un informatore farmaceutico risultato positivo al nuovo coronavirus.

Si tratta di uno dei nove contagiati che, lo scorso 7 marzo, è risultato positivo al tampone.

Lo afferma all’ANSA Silvestro Scotti, segretario della Federazione dei Medici di Medicina Generale.

Pertanto, a seguito della quarantena per questi 60 colleghi, infatti, circa 70mila cittadini calabresi da oggi si ritroveranno sprovvisti del medico di base.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta