Differenziata, denunciate utenze commerciali irregolari

Segnalate alla polizia municipale a schiavonea

Chiurco: sensibilizzazione e repressione trasgressori

CORIGLIANO – Differenziata, continua su tutto il territorio comunale l’attività di individuazione, denuncia e repressione dei trasgressori. Nella mattinata odierna (venerdì 24 marzo), uno dei tre giorni settimanali destinati alla raccolta della frazione umida, a Schiavonea sono stati censiti diversi contenitori, riservati all’umido e assegnati a precise utenze commerciali, riempiti di rifiuti diversi depositati senza alcun criterio ed in violazione di quanto prescritto.

A darne notizia è l’assessore alle politiche ambientali Marisa CHIURCO che, ricevuta la segnalazione da parte della società incaricata della gestione del servizio di raccolta rifiuti, ha immediatamente allertato la Polizia Municipale per tutte le verifiche del caso e la conseguente elevazione delle contravvenzioni ai trasgressori.

Noi facciamo parte – dichiara la CHIURCO – di quanti non si stancano e non si stancheranno di ritenere quella per la differenziata una battaglia di civiltà e di salute che vale la pena potare avanti ogni giorno e nonostante l’amarezza derivante da queste continue forme di prepotenza civica che danneggiano l’impegno ed i risultati di tutti. Ai trasgressori seriali – aggiunge – continuo a ripetere che l’aumento di chilogrammi di rifiuti destinati all’indifferenziato e, quindi, in discarica significa automaticamente incremento dei costi per l’ente, allontanando l’auspicata riduzione del costo finale al cittadino, come beneficio derivante dalla differenziata. Continueremo a sensibilizzare – conclude la CHIURCO – ed al tempo stesso a sollecitare la denuncia e la repressione di quanti pensano di poter impunemente vanificare quello che è invece destinato a diventare il più importante traguardo sociale ed ambientale per la Città di Corigliano degli ultimi decenni. – (Fonte: Lenin MONTESANTO – Comunicazione & Lobbying – 345.9401195)

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta