CONVOCAZIONE CONSIGLIO COMUNALE IN SESSIONE STRAORDINARIA URGENTE.INVITATO ANCHE IL PREFETTO.

GRUPPI CONSILIARI DI OPPOSIZIONE DEL COMUNE DI CARIATI FAI VINCERE CARIATI CARIATI NEL CUORE Filomena Greco – Tommaso Critelli Mario Sero – Francesco Cosentino messaggio fax 09848980666 All’Ill.mo Sig. Prefetto di Cosenza messaggio fax 0983968248 p.c. Al Sindaco del Comune di Cariati p.c. Al Presidente del Consiglio Comunale del Comune di Cariati In data 6 dicembre u.s., con nota protocollata al Comune nello stesso giorno, abbiamo chiesto la convocazione del Consiglio Comunale con all’ordine del giorno il seguente punto : “Deliberazione della Corte dei Conti n. 526/2011 – bilancio di previsione anno 2011”. In spregio ad ogni norma di legge, statutaria e regolamentare, il Consiglio Comunale è stato convocato con avviso in data odierna, per domani 23 dicembre. La convocazione del Consiglio nell’assoluta violazione dei termini previsti dalla vigente normativa, costituisce una chiaro abuso del proprio ufficio e denota ancora una volta la condotta arrogante e non rispettosa dei diritti dei Consiglieri Comunali E’ superfluo evidenziare che, nel caso di specie, nessuna urgenza può essere invocata e comunque gli argomenti che riguardano materia di bilancio devono essere trattati in sessione e seduta ordinaria del Consiglio convocato almeno cinque giorni prima della seduta. Non siamo più disposti a subire passivamente l’arroganza della maggioranza che in maniera plateale e senza alcun ritegno mortifica i diritti sacrosanti dei Consiglieri Comunali titolari di un mandato amministrativo ricevuto dal popolo e portatori di un “munus” pubblico che non può essere mortificato e penalizzato. Chiediamo l’autorevole intervento della S.V. Ill.ma perchè venga tempestivamente tutelato il diritto dei sottoscritti Consiglieri Comunali in ordine al rispetto dei termini di convocazione del Consiglio Comunale. Si allega: copia convocazione consiglio con relativa relata di notifica Cariati, 22 dicembre 2011 Filomena Greco Tommaso Critelli Mario Sero Francesco Cosentino

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta