CONSUNTIVO, ANTONIOTTI BOCCIA GIUNTA FILARETO

CONSUNTIVO, ANTONIOTTI BOCCIA GIUNTA FILARETO APPROVATO CON 5 MESI DI RITARDO TUTTI RESPONSABILI DEL FALLIMENTO Rossano, Mercoledì 29 Settembre 2010 – «In tutti gli altri enti dove esiste maggiore responsabilità politica il Consuntivo è stato approvato nei termini di legge: il 30 Aprile 2010. L’Esecutivo FILARETO che non vive con tranquillità e serenità, ma piuttosto nella più totale litigiosità e confusione, porta il Consuntivo 2009 all’attenzione del Consiglio Comunale con 5 mesi di ritardo. E non solo. Il Consuntivo non rispecchia la previsione prefissata: scarso di realizzazioni, ricco di lacune e da bocciare politicamente e tecnicamente». Sono, questi, alcuni dei passaggi dell’analisi del Consigliere Comunale Giuseppe ANTONIOTTI intervenuto, in materia di Bilancio in rappresentanza del gruppo consiliare del PDL, nel corso dell’assise civica di ieri. «In generale –ha sostenuto ANTONIOTTI- per gli investimenti previsti per il 2009 su oltre 97 milioni di Euro ne sono stati impegnati solo 6. Per il Turismo, degli oltre 8 Milioni previsti, zero; per il Territorio e l’Ambiente solo 2 Milioni e 600 Mila Euro a fronte dei 45 Milioni previsti. Per non parlare della viabilità e dei trasporti: solo il 7% della somma prevista (25 Milioni di Euro) è stata impegnata. L’elemento che desta maggiore allarme – ha aggiunto il Consigliere del Pdl- è il ricorso, costante, all’utilizzo dell’anticipazione di cassa. Solo qualche dato: a Maggio del 2009 si è in anticipazione per oltre 2 Milioni e 400 Mila Euro; al 31 Dicembre di oltre 3 Milioni e 200. Al 19 Aprile 2010 a 5 Milioni e 700 Mila Euro. Non si è mai verificato prima che si utilizzasse l’anticipazione di cassa, in pratica, come fonte di finanziamento». ANTONIOTTI ha inoltre formulato alcune domande a risposta immediata. «C’è o non c’è un Assessore all’Ambiente? Alla Pubblica Istruzione? E ai Servizi Sociali? Cosa ne è dell’Area PIP? E del finanziamento della Zona ASI». Queste, come altre domande, non hanno trovato alcuna risposta. Galleria del Traforo. Il Consigliere ANTONIOTTI è intervenuto sull’argomento rispondendo alle dichiarazioni di qualche Assessore che avrebbe giustificato i colori adottati per l’ammodernamento come utili a ravvivare il Centro Storico. «Il Centro Storico – ha risposto ANTONIOTTI – si ravviva con l’organizzazione di manifestazioni ed eventi; non con arlecchinate di questo genere che non si addicono per nulla al luogo». Nell’intervento dell’ex Assessore ai Lavori Pubblici ha trovato spazio anche la vicenda, già sollevata dall’opposizione e riportata all’attenzione della stampa, nelle scorse settimane, dal Consigliere Comunale di Maggioranza Mario SCORZA: incompatibilità morale tra Assessori e Consiglieri e tra dirigenti di partito e amministratori. «Il capogruppo del PD – ha dichiarato ANTONIOTTI- scopre l’acqua calda! Abbiamo sempre parlato di parentopoli; abbiamo sempre detto che ci sono collaboratori del Sindaco che gestiscono contenziosi del Comune nei propri studi legali. Abbiamo sempre affermato e continueremo a farlo che questa Amministrazione Comunale, e non per la sola responsabilità del Sindaco, è la peggiore che la Città di Rossano abbia mai visto. Nessuno è immune dal fallimento: oltre al Sindaco ognuno dei consiglieri comunali di maggioranza e degli assessori è responsabile di questo fallimento

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta