CINEMA, DOMANI LIQUIRIZIA LE TUE RADICI

CINEMA, DOMANI LIQUIRIZIA LE TUE RADICI ANCHE IMMIGRAZIONE E 106 NEL IL MEDIOMETRAGGIO PRESENTE IL PICCOLO PROTAGONISTA MAROCCHINO CARIATI, Martedì 25 Gennaio 2011 Il fenomeno dell’immigrazione e dell’emigrazione, la memoria, lintegrazione in una comunità diversa dalla propria, l’immersione nell’identità di un territorio, i problemi della disoccupazione, la convivenza con la SS106. è il racconto di un profilo comune a tutto il territorio calabrese quello che racconta LIQUIRIZIA LE TUE RADICI, il mediometraggio diretto dal regista calabrese Renato PAGLIUSO che sarà trasmesso domani, MERCOLEDI’ 26 GENNAIO, alle ORE 21, presso il Cinema Teatro Comunale. In sala, oltre ai produttori del progetto cinematografico, sarà presente anche il piccolo protagonista marocchino Dine SOHAILE che per la prima volta vedrà il film, non avendo potuto assistere alla prima ufficiale nei giorni scorsi al S.Marco a Rossano. Il mediometraggio prodotto dallAssociazione Ali Libere presieduta da Patrizia UVA e patrocinato dallUniversitas Sancti Cyrilli, dallOrdo Byzantinus Sancti Sepulchri, dalla Regione Calabria Assessorato alla Cultura, dal Presidente del Consiglio Regionale, dalla Provincia di Cosenza, dal Comune e dalla Pro Loco di Rossano, sarà presentato al pubblico cariatese e dell’intero basso ionio. LIQUIRIZIA LE TUE RADICI la storia di Abdul (Dine SOHAILE), un vivace ragazzo marocchino, che per guadagnarsi da vivere ed aiutare la propria famiglia in difficoltà economiche, vende accendini e fazzoletti di carta ai semafori di Contrada Frasso, popolosa frazione di Rossano sulla SS106 ionica. La liquirizia, la sua vera passione. Era solito rosicchiare quelle radici di liquirizia che, di volta in volta, si procurava nella vicina fabbrica eludendo il custode (Vincenzo SAPIA). Fino al giorno in cui non fu scoperto. un finale triste, struggente, commovente e drammatico quello scelto dal regista PAGLIUSO che anche lo sceneggiatore del soggetto. LINGRESSO GRATUITO. E’ POSSIBILE VEDERE IL TRAILER DEL FILM SU YOUTUBE http://www.youtube.com/watch?v=atnSIJdNWUw

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta