Saranno dei ricercatori calabresi a stabilire come restaurare la storica Fontana di Trevi

Un nutrito gruppo di ricercatori calabresi è impegnato nelle indagini diagnostiche e nella sperimentazione di nuovi prodotti protettivi da applicare alla storica Fontana di Trevi, durante le delicate e complesse fasi di restauro. In particolare, i ricercatori hanno eseguito nei giorni scorsi il primo sopralluogo per definire e concordare le indagini scientifiche da svolgere su diversi campioni prelevati dallo storico monumento romano. Le indagini verranno completamente eseguite nei laboratori per i beni culturali dell’Università della Calabria. Le stesse serviranno a riscontrare le principali forme di degrado presenti sulla struttura. Inoltre, unitamente alla società che cura la parte del progetto di restauro è stata identificata anche una porzione del sito, sulla quale saranno applicati alcuni prodotti protettivi, messi a punto dal gruppo di ricerca e in grado di risolvere diverse problematiche di conservazione che riguardano le superfici lapidee.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta