CARIATI UNITA: VICINANZA E SOSTEGNO A LEONARDO TRENTO

Oggi, leggendo un articolo di un giornale on-line regionale, abbiamo scoperto che esiste un nuovo modo di fare giornalismo, in realtà definirlo tale è un offesa per i tanti giornalisti che fanno questa professione con serietà, onestà intellettuale e soprattutto basandosi su fatti reali e concreti, e non con la professionalità da quattro soldi, che più che giornalismo sarebbe meglio nominare “ficcanasismo giustizialistico”.
Si, avete capito bene ficcanasismo come quello del famoso personaggio di Jacovitti Tom Ficcanaso, simpatico giornalista detective pasticcione e curioso, ma in questo caso abbinato al giustizialismo ed alla vigliaccheria di chi, consapevole di basare le sue congetture sul nulla, nonostante ciò non esita a calunniare e diffamare persone che sicuramente ad oggi possono camminare tra la gente a testa alta non essendo implicati in alcun procedimento giudiziario.
Un articolo che sembra essere stato commissionato ad arte anche perché, a voler dirla tutta, sono ben altre le vere inchieste giudiziarie che hanno coinvolto politici ed amministratori di Cariati, di sicuro basate su atti e procedimenti veri ed al vaglio della Magistratura.
Diffamare e calunniare una persona sulla base del semplice sentito dire, del becero pettegolezzo è, da parte di una testata giornalistica, molto grave, ma, ancora più grave è basare il proprio articolo su quanto scritto in post privati di Facebook, come se questo social network sia diventato ormai il vero tribunale del terzo millennio, dove le semplici illazioni diventano prove di colpevolezza inconfutabili.
Leonardo Trento di sicuro non ha bisogno della nostra difesa perché è in grado di difendersi e di difendere la propria immagine nelle sedi e nei modi opportuni, ma noi, in qualità di componenti del gruppo Cariati Unita, ci sentiamo in dovere di manifestargli il nostro sostegno e la nostra massima vicinanza e fiducia, invitandolo a non lasciarsi scalfire da queste buffonate pseudo-giornalistiche che lasciano il tempo che trovano o per dirlo alla cariatese “u chiavan manc a na turr”.

Il Gruppo Cariati Unita

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta