CARIATI UNITA: Travolgente ed appassionante la prima uscita della Coalizione

Restituire ai cittadini di Cariati un nuovo sogno di democrazia, di libertà e di giustizia sociale. E’ questo l’obiettivo principale della Lista Civica “Cariati Unita”, con candidato a Sindaco Leonardo Trento.

Chiari e semplici i punti strategici del programma amministrativo che antepone a tutto la tutela della dignità della persona “perché -sottolinea il candidato Leonardo Trento -chi fa politica deve mettere al centro della propria azione la persona e la sua dignità” .

Travolgente ed appassionante la prima uscita della Coalizione, presentata ufficialmente nei giorni scorsi nella storica via Matteotti gremita in ogni ordine di posti. 

Non ci sono grandi scenografie ma tanto cuore ad accogliere la squadra di giovani, di professionisti di quanti hanno scelto di scendere in campo a fianco del candidato a Sindaco per offrire le proprie energie, quelle energie necessarie ed indispensabili per il futuro del paese. Dodici candidati in tutto: 8 uomini e 4 donne.

Storica l’impresa di Trento, riuscito  a mettere in piedi una squadra rappresentata dalle famiglie storiche di Cariati, “quelle famiglie- ha sottolineato lo stesso candidato a Sindaco -che negli ultimi 30-40 anni hanno contribuito a dare sviluppo a questo paese, a dare a Cariati una dignità, a considerare i cittadini come persone e non come oggetti da usare alla bisogna. Quelle famiglie che hanno contribuito a far crescere il senso di una comunità della nostra Cariati, cosa che è stata profondamente minata in questi ultimi due anni. Famiglie che si sono scontrate, confrontate nelle varie competizioni elettorali portandosi tuttavia sempre rispetto. Oggi invece – ha rimarcato Trento – assistiamo ad una divisione inspiegabile: o sei con me o contro di me”. Da via Matteotti, dunque, il monito del candidato alla carica di Primo Cittadino: “E’ ora di dire basta allo scontro personale, alla politica della denigrazione e dell’ingiuria. Confrontiamoci  sui programmi, sulla progettualità e sulle idee”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta