Cariati: cosa c’è di positivo?!

Cariati ha raccolto per il passato elementi significativi e di valore

In queste giornate di calma natalizia mi è passato per la mente di fare un esercizio semplice, che in parte mi fa sentire anche vicino alla comunità cariatese, nonostante la forzata distanza dovuta alla pandemia. In tanti, tra amici e amiche che ho sentito in queste giornate per gli auguri di stagione, mi hanno raccontato di una Cariati un po’ più vuota del solito, rispetto ai passati anni.

Era in fondo immaginabile viste anche le rigorose ristrettezze imposte dal lockdown nazionale, che hanno in parte limitato la mobilità lungo il nostro Stivale e non solo. Ebbene l’idea che mi è venuta in mente, e che spero a qualcuno farà piacere alimentare, riguarda l’individuazione di cose e aspetti positivi che caratterizzano Cariati.

Leggiamo spesso in rete e anche sulle colonne di cariatiNet.it quanto di negativo caratterizza l’amato Paese. A scrivere dei suoi limiti siamo tutti molto bravi, compreso il sottoscritto. Io stesso tendo, il più delle volte, a sottolineare le criticità che insistono sul perimetro cittadino. 

Sarebbe, allora, curioso, complice anche il clima natalizio, segnalare e esaltare le positività e le eccellenze che esprime Cariati. Una sorta di viaggio verso il futuro che attende Cariati, almeno si spera, annodando così il passato remoto e il presente, che ci appare scoraggiante. Un viaggio che in fondo è la ricerca della forza interiore, di un’energia che a Cariati assolutamente non manca. 

Insomma, alla più classica delle domande: “se oggi i cariatesi credono ancora nel futuro della loro comunità”. Io, da cariatese acquisito, mi sento di rispondere affermativamente. Il che vale per quanto mi riguarda a far emergere, ad esempio, la sua gloriosa e affascinate storia. Cariati ha raccolto per il passato elementi significativi e di valore, che la differenziano senza dubbio di tanto dai Comuni viciniori.  

Solo per questo avrebbe una marcia in più sulla quale fondare il suo rilancio. Ogni giorno scopro aneddoti e storie di un passato importante, grazie anche agli studi del professore Liguori e non solo, che varrebbe la pena di diffondere nella comunità cariatese, partendo dai più piccoli, al fine di esaltare il loro senso di appartenenza e di farne un punto forte per la ripartenza. 

Ed è questo che deve rappresentare un forte sprono e un grande insegnamento per i più giovani, allo scopo di mantenere tuttora intatto il valore di Cariati: sapendo così individuare il bene comune e le occasioni per innaffiare il senso e spirito di comunità, affinché la politica acquisisca maggiore credibilità e più alta dignità.

Nicola Campoli 

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta