CARIATI. Bandiamo un “concorso di idee” tra i cariantesi e turisti

Cariati: urge una mossa! 

Premetto, metto volutamente da parte le tante annose e variegate criticità che insistono sul perimetro cittadino.

Colgo, allora, in pieno e rispetto: il classico e tradizionale embargo della stagione estiva.

Quindi, non intendo incidere, assolutamente, sulla reputazione di Cariati e in modo specifico nel pieno della bella stagione.

Nel “fermo immagine”, cioè  nulla si “muove” nella perla della costa del basso ionio cosentino, lancio una nuova proposta in termini di valorizzazione e promozione del paese.

Qualcuno dirà l’ennesima. Dopo le tante altre. Ricordo solo come esempio quella della  predisposizione di una semplice pensilina da allestire al vecchio stazionamento degli autobus.

Quest’ultima raccolse tanto seguito sulle colonne di cariatiNet.it, ma nessuno, e mi riferisco all’amministrazione comunale, volle perseguirla non dichiarandone mai i motivi.

Vengo al dunque. Bandiamo un “concorso di idee” tra i cariantesi e turisti, affinché venga individuato un luogo sul perimetro cittadino in ingresso al paese, dal lato di Rossano della SS106, da riqualificare e allestire con la scritta “Benvenuti a Cariati” nei colori del Comune.

Mi piacerebbe che la progettazione cogliesse in primo luogo gli aspetti socio -antropologici di Cariati, associando la scritta ad un “luogo” identitario di Cariati e per i suoi cittadini e appassionati.

Un’attenzione particolare a quelli che sono i colori e il materiale utilizzato con l’intento di catturare gli sguardi e perché no qualche selfie dei turisti, considerando il successo delle foto postate sui social ed esprimendo la soddisfazione per la nuova immagine del Paese.

Dimenticavo. Mi offro come principale sostenitore economico dell’iniziativa e sono certo che tanti a partire dai turisti mi seguiranno.

Chi mi risponde dell’amministrazione comunale e si attiva in modo concreto? Grazie come sempre!

Nicola Campoli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta