CALCIO: Il Cariati, vince ad Acri, e comincia a far sognare i tifosi.

Olympic Acri 1 – Cariati 3 Marcatori: 5’ Apicella, 20’ Filareti, 58’ Apicella su rigore, 77’ Ferraro Olympic Acri: Scaglione 6, Viteritti F.6 (70’ Bellino 5), Lamirata 6, Tedesco D 6 (55’ Salerno 6), Ferraro 6, Guzzo 6, Bacilieri 6 (55’Spadafora 6), Tedesco A. 7, Pascuzzo 6, Pellegrino 6, Ferraro 6,5. All: Cossetto Retroso Cariati: Straface 6,5, Fazio 7, Torchia 7, De Giacomo 7,5, Graziano 6,5, Scarpello 7, Filareti 7,5 (60’ Pugliese 7), Ferrentino 7, Apicella 7,5, Brillante 7 (Le Voci 6,5), Campana 7 (70’ Varquez 8,5). All: Vincenzo Filareti. Arbitro: Innocente di Cosenza La capolista se ne va, vincendo facile sul terreno di gioco del “Pasquale Castrovillari “ di Acri, riscattando, così, l’inopinata sconfitta dell’andata. Questa volta ha vinto il più forte, il Cariati Calcio che svetta, oggi, con ben sei punti di vantaggio sulla compagine di casa, terza in classifica generale. La squadra di Vincenzo Filareti è apparsa ben organizzata e capace di capitalizzare le diverse occasioni concesse dalla squadra locale. Un Cariati,dunque,stellare annienta l’Olympic Acri nel big match della prima giornata del girone di ritorno del campionato di prima categoria girone A. Il 3 a 1 finale è davvero roboante, anche se ridimensiona pesantemente la formazione locale, autrice di una discreta prova solo nella ripresa, consentendo, così, alla squadra del passionale presidente Sabatino Tosto di allungare a più sei il vantaggio sulla compagine guidata dal tecnico Cossetto Retroso. Il collettivo di Vincenzo Filareti ha fatto pesare la sua maggiore caratura tecnico-agonistica sui ragazzi avversari. Cataldo Scarpello e compagni hanno messo, sin dall’inizio della gara, in evidenza ottime geometrie di gioco, mentre i locali hanno provato a proporre un gioco di contenimento per ripartire in velocità: la strategia è crollata dopo solo cinque minuti. Stavolta ha vinto il più forte, un Cariati che svetta in testa alla classifica con cinque punti sullo Schiavonea, che, però deve giocare ancora una partita, e ben sei sull’OlympicAcri, ma che deve fare la corsa su sé stessa. “Dovremo stare attenti, avverte mister Vincenzo Filareti, a non sentirci troppo bravi, sarebbe un errore e non permetterò ai miei ragazzi di commetterlo, ma sotto questo aspetto adesso, l’allenatore del Cariati, appare tranquillo, abbiamo elementi esperti, prosegue Filareti, e sanno come gestire certe partite“. Nella ripresa il Cariati, dopo aver siglato la terza rete con Apicella, ha lasciato l’iniziativa alla compagine di casa, senza però abbassare la guardia, controllando agevolmente il gioco. La squadra, saldamente nelle mani del tecnico Vincenzo Filareti e della giovane leva dirigenziale, ben diretta dal presidente onorario Vittorio Tosto e dal presidente effettivo Sabatino Tosto sta puntando, tra l’altro, sui giovani locali e del territorio, un vivaio che, oltre ad ipotecare un futuro roseo all’intero comparto calcistico locale, sta dimostrando, tra l’altro, qualità e spiccate individualità, vedi Francesco Filareti, Antonio Russo, Mario Giulio Pugliese, Ioele, Fazio. L’intero collettivo azzurro va elogiato in blocco, ma una citazione meritano soprattutto il quindicenne Francesco Filareti che durante l’arco della gara ha lottato, creato per gli altri e speso energie: infine si è concesso un gol magistrale, un capolavoro, il colpo di spada del torero; il centrocampista Giovanni De Giacomo che ha evidenziato sostanza e qualità senza alcuna intermittenza; il tornante Daniele Torchia che ha messo in vetrina corsa, muscoli e un gioco veloce e produttivo; il centrocampista Giuseppe Brillante che continua a confermarsi di essere un top player per affidabilità ed efficacia ed infine Raffaele Apicella, incontenibile goleador che con la doppietta odierna si riconferma con 18 reti capocannoniere del girone. ”Un pomeriggio stupendo sia per il gioco espresso dalla mia compagine e sia per la splendida vittoria conseguita che ci ripaga dai tanti sacrifici che stiamo facendo giorno dopo giorno. Un grazie sincero ed appassionato all’intero collettivo ed al tecnico che, ancora una volta, hanno regalato alla ridente cittadina di Cariati, una stupenda giornata calcistica”. I gol: al 5 minuto punizione di Brlllante, irrompe Apicella che di testa batte l’incolpevole portiere Scaglione; al 20’ Francesco Filareti stoppa con decisione un’incursione offensiva di Ferraro e con un’imperiosa ripartenza semina la difesa avversaria e sigla per il Cariati il raddoppio; al 58’ l’estroso attaccante Giuseppe Brillante viene falciato in area di rigore avversaria che spinge il direttore di gara a decretare la massima punizione in favore del Cariati che Apicella trasforma in rete. Al 77’ Ferraro sigla il gol della bandiera per l’Olyimpic Acri.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta